menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Betobahia in Brasile

Betobahia in Brasile

Variante del Covid, anche il cantautore cesenate bloccato in Brasile: "La vera emergenza è in Amazzonia"

"Molti italiani sono rimasti bloccati - spiega Betobahia - i disagi non sono pochi ma la situazione non è così tragica, o comunque lo è solo in Amazzonia. C'è un po' di confusione nelle notizie che arrivano all'estero"

C'è un certo allarme in tutto il mondo per quella che è stata definita la variante brasiliana del Covid. Tanto che l'Italia, come altri Paesi, è corsa ai ripari bloccando i voli dal Brasile. Tra le persone che non possono rientrare, almeno fino al 31 gennaio, c'è anche il cantautore cesenate Alberto Pazzaglia, alias Betobahia, che si trova nella città di Maceio con visto turistico.

"Molti italiani sono rimasti bloccati - spiega Betobahia raggiunto su Whatsapp - i disagi non sono pochi ma la situazione non è così tragica, o comunque lo è solo in Amazzonia. C'è un po' di confusione nelle notizie che arrivano all'estero". 

L'ordinanza del ministero della Salute fissa lo stop ai voli dal Brasile e il divieto di ingresso in Italia alle persone che nei 14 giorni antecedenti abbiano soggiornato o transitato in Brasile, ed è valida fino al 31 gennaio. L'aggressività della variante del virus scoperta in Brasile aveva già messo in allarme la Gran Bretagna, dove gli esperti hanno parlato di ben due mutazioni. Tanto che il governo britannico ha disposto il divieto d'ingresso per tutti coloro che viaggiano dal Portogallo (porta dell'Europa per il Brasile) e dal Sudamerica.

Il cantautore cesenate spiega nel dettaglio la situazione nel paese sudamericano governato da Bolsonaro: "Questa variante si è sviluppata in Amazzonia che è uno stato isolato con un milione e mezzo di persone che vive nelle palafitte, in condizioni molto precarie. C'è stato un problema di scorte di ossigeno negli ospedali, sono stati presi alla sprovvista dall'impennata dei contagi. In Amazzonia c'è un caldo asfissiante con il 95% di umidità, è ovvio che i malati si sono trovati in grossa difficoltà".

La nuova variante brasiliana è stata individuata in Giappone il 6 gennaio, in quattro persone appena rientrate dalla regione amazzonica. Una vera e propria impennata dei contagi si è verificata a Manaus, città brasiliana capitale dello stato di Amazonas.

"Bisogna però pensare - spiega l'autore di Ciapa la Galeina - che il Brasile è un Paese grande come l'intera Europa, ci sono zone dove il Covid è sotto controllo o addirittura non è mai arrivato. Qui il sistema di restrizioni è molto diverso, non c'è un lockdown totale anche perchè i brasiliani non lo accetterebbero, anzi dove mi trovo io c'è gente che gira con una certa tranquillità, anche in spiaggia, i casi sono sotto controllo, in Italia sarebbe probabilmente una zona bianca. Preoccupato per essere rimasto bloccato? Devo dire che qui si sta bene, sto registrando la mia ultima canzone sulla spiaggia di Paripueira".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento