Col bel tempo si sono concentrati gli inquinanti: pm10 oltre i limiti

Dal 19 dicembre nel territorio provinciale sono stati cinque gli sforamenti di pm10 registrati dalle centraline dell'Arpae dell'Emilia Romagna

Il bel tempo degli ultimi giorni ha portato ad un aumento degli inquinanti, in particolar modo a Savignano. Dal 19 dicembre nel territorio provinciale sono stati cinque gli sforamenti di pm10 registrati dalle centraline dell'Arpae dell'Emilia Romagna. Il primo è stato misurato il 21 dicembre a Savignano, con un valore di pm10 di 59 microgrammi per metrocubo. Venerdì è stata ancora la stazione savignanese a valicare la soglia rossa, con 59 microgrammi per metro cubo. Domenica di vigilia ancora inquinanti oltre il limite, con un valore di 62 microgrammi per metro cubo. Il quinto sforamento è stato registrato invece dalla stazione di viale Roma, a Forlì, nel giorno di Santo Stefano, con 51 microgrammi per metrocubo. Dall'inizio dell'anno l'unica centralina con limiti fuori legge è stata quella di Savignano, per 41 sopra i 50 microgrammi per metrocubo. Nei prossimi giorni, complice il maltempo in arrivo, è prevista aria "buona" e "accettabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento