Vaccini, i sindaci auspicano al dialogo. "Ma la legge va applicata"

I sindaci interrogati dalle famiglie: "Siamo di fronte ad argomenti delicati e a situazioni che coinvolgono valori, diritti e interessi di fondamentale importanza per il singolo e per la comunità"

In questi giorni numerose famiglie, con l’approssimarsi dell’inizio dell’anno scolastico e a seguito dell’applicazione della legge che introduce l'obbligo dei vaccini, hanno interrogato in qualità di rappresentanti delle pubbliche istituzioni, i sindaci dei Comuni dell'Unione Rubicone e Mare in materia di obbligo vaccinale. "Come abbiamo già avuto modo di riferire ai cittadini nei vari incontri che si sono svolti - precisano i sindaci - come pubblici ufficiali è nostro dovere dare applicazione a una disposizione di legge che, condivisa o meno nei suoi contenuti dai residenti, prevede adempimenti e comportamenti ai quali nello svolgimento del nostro ufficio di sindaci abbiamo l’obbligo di dare corso. Siamo di fronte ad argomenti delicati e a situazioni che coinvolgono valori, diritti ed interessi di fondamentale importanza per il singolo e per la comunità; per questo auspichiamo un dialogo civile e un confronto sereno, come è avvenuto finora, per la ricerca delle migliori
soluzioni possibili, da individuare comunque nel quadro normativo del nostro ordinamento giuridico. Dal canto nostro questa disponibilità al dialogo non la faremo mai venire meno, convinti che dovranno essere approfonditi gli aspetti legati ai bambini che non frequenteranno il nido e la scuola dell’infanzia in quanto non in regola con la legge citata. In questo quadro, i principi di promozione della salute rappresentano per le istituzioni un punto cardine, non modificabile da scelte in contrasto con le norme in vigore, di attenzione al
benessere delle nostre comunità, soprattutto delle comunità di bambini che rappresentano il nostro futuro e di cui abbiamo la piena responsabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento