rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Covid, l'ok alla quarta dose di vaccino: dagli ospiti delle Rsa ai soggetti fragili over 60

Il vaccino dovrà essere effettuato dalle categorie indicate dopo almeno quattro mesi dalla somministrazione della terza dose, ad eccezione di coloro che si sono infettati dopo la prima dose booster

Nuovo richiamo di vaccino anti-Covid, ma non per tutti. E' arrivato infatti il via libera del ministero della salute alla quarta dose di vaccino anticovid per le categorie più a rischio. La decisione è stata presa dopo il pronunciamento di Ema ed Ecdc sulla seconda dose booster, e la riunione della Cts di Aifa, che indica le modalità di somministrazione. Riceveranno la somministrazione le persone che abbiano compiuto o superato gli 80 anni di età, gli ospiti delle Rsa e coloro che sono inseriti nelle categorie a rischio e abbiano un'età compresa tra i 60 e i 79 anni.

Conseguentemente al pronunciamento di Ema ed Ecdc sulla seconda dose di richiamo del vaccino anti Covid-19 (secondo booster), e alla riunione della Commissione tecnico scientifica di Aifa, una nota di Ministero della Salute, Aifa, Iss e Css, indica le modalità di somministrazione. L'Italia ha deciso di seguire la linea europea. Il richiamo (quarta dose o seconda dose booster) dovrà essere effettuato dalle categorie indicate dopo almeno quattro mesi dalla somministrazione della terza dose, ad eccezione di coloro che si sono infettati dopo la prima dose booster.

"Al momento, l'indicazione" sulla quarta dose vaccinale anti-Covid "non si applica ai soggetti che hanno contratto l'infezione da Sars-CoVv-2 successivamente alla somministrazione della prima dose di richiamo", precisa la circolare del ministero della Salute 'Indicazioni sulla somministrazione della seconda dose di richiamo (second booster)'. 

Gli over 60 per cui è prevista la quarta dose

quarta dose vaccino covid-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, l'ok alla quarta dose di vaccino: dagli ospiti delle Rsa ai soggetti fragili over 60

CesenaToday è in caricamento