Vaccini, il comitato per il libero consenso: "Lucchi emula Gnassi, iter in corso con l'Asl per rispettare la legge"

Il comitato: "L'ordinanza vuole ostacolare l'accesso scolastico a chi è in regola, avendo in corso un iter con l'Asl competente"

"Apprendiamo dell iniziativa del Sindaco di Cesena che con l’ordinanza relativa a 'inottemperanza agli obblighi vaccinali', va ad emulare il collega riminese Gnassi". Lo dichiara il Comitato per il libero consenso alle vaccinazioni che parla di  "Un provvedimento emesso a fine mandato, che vuole ostacolare l’accesso scolastico a chi è tuttora in regola con la normativa, avendo in corso un iter con l’Asl competente, che non risulta abbia contestato alcun inadempimento".

"Non vediamo - prosegue il comitato - quindi alcun comportamento non conforme da far cessare e non si ravvisa nessuna urgenza o emergenza sanitaria alle porte: il ricorso all’ordinanza contingente sembra piuttosto un tentativo di forzare le esclusioni scolastiche".

Il comitato ribadisce  di non avere "nulla a che fare con presunti 'no-vax': etichetta abusata e ormai logora, spesso utilizzata per sottrarsi ad ogni confronto critico. Troviamo inoltre inopportuno colpire proprio ora con tale violenza le famiglie che, esercitando un loro diritto, hanno regolarmente intrapreso un percorso con Asl per ottenere informazioni complete, chiare ed esaustive al fine di ottemperare alla legge pur nel rispetto dell'interesse primario: la salute dei bambini; il loro benessere fisico, mentale e sociale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, sottolinea il comitato “Il problema degli immunodepressi che frequentano la scuola in cui accede anche una minoranza di alunni non vaccinati va ridimensionato. Citando il dottor Alberto Donzelli, se le precauzioni che è bene adottare per gli immunodepressi si focalizzano sulle sole malattie prevenibili da vaccini, che sono solo piccola parte dei rischi infettivi complessivi, si possono creare false sicurezze e aspettative. Ciò per paradosso si potrebbe risolvere in più rischi per gli immunodepressi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento