Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Va a fare l'esame di guida al posto di un altro, ma il trucco non regge: due denunce

La collaborazione con la Motorizzazione Civile negli ultimi mesi ha portato a ben 9 denunce e all’avvio di importanti indagini finalizzate ad appurare eventuali organizzazioni criminali

False patenti di guida estere da convertire in patenti italiane, sostituzione di persone, sempre di nazionalità straniera, al momento dell'esame, forse anche organizzazioni criminali che facilitano questo sottobosco di illegalità intorno alle patenti: è quanto sta scoperchiando la squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Speciale del CAPS di Cesena. I poliziotti della Stradale hanno avviato qualche mese fa una collaborazione con la Motorizzazione Civile di Cesena al fine di verificare la genuinità dei documenti di guida presentati da cittadini stranieri residenti in Italia per la conversione al titolo di guida del nostro paese.
 
La collaborazione si è poi estesa a sospette irregolarità riguardanti l’identità di candidati stranieri che si sono presentati per il conseguimento della patente di guida nonché ad anomalie nelle prove d’esame. Tale collaborazione negli ultimi mesi ha portato a ben 9 denunce e all’avvio di importanti indagini finalizzate ad appurare eventuali organizzazioni criminali riconducibili a tali fenomeni.

L'ultimo caso in ordine di tempo si è verificato alcuni giorni fa quando il personale della Motorizzazione di Cesena ha contattato gli operatori del Caps, in quanto vi erano alcuni dubbi sull’identità di un cittadino senegalese che stava sostenendo l’esame di teoria per il conseguimento della patente di guida B. I poliziotti hanno identificato un senegalese di 47 anni, il quale ha ammesso di essersi prestato a sostenere l’esame di teoria al posto di un connazionale di 56 anni, residente a Cesena in quanto quest’ultimo aveva difficoltà con l’uso del computer. Il 47enne era in possesso dei documenti del connazionale (carta d’identità e permesso di soggiorno) che sono stati  posti sotto sequestro. Dopo accurate verifiche entrambi sono stati denunciati. Il titolare della carta d'identità ha confermato di aver chiesto l’aiuto del suo connazionale in quanto, non essendo capace di usare il computer, non era in grado di sostenere l’esame autonomamente. Entrambi gli stranieri sono regolari sul territorio nazionale, ulteriori accertamenti hanno evidenziato che il 56enne era già stato denunciato per utilizzo di una falsa patente di guida, in passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va a fare l'esame di guida al posto di un altro, ma il trucco non regge: due denunce

CesenaToday è in caricamento