menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Usa pass invalidi del parente defunto e cambia la data: denunciato dalla Municipale

L'abuso più grave lo ha commesso un automobilista che non solo utilizzava un contrassegno intestato ad una persona deceduta, ma ne aveva addirittura contraffatto la data di scadenza

C’era chi continuava a usare il pass invalidi appartenuto a un defunto e chi, addirittura, aveva contraffatto il tagliando per prolungarne la validità Continuano i controlli della Polizia Municipale di Cesena sull'uso improprio del contrassegno disabili: tre gli episodi di abuso scoperti solo negli ultimi giorni, che hanno portato ritiro di alcuni contrassegni e alla denuncia alla magistratura di una persona. Nel primo caso, gli uomini in divisa hanno accertato che il familiare di un defunto continuava ad utilizzarne impropriamente il contrassegno.

In un altro caso, il pass utilizzato - rilasciato dal  Comune di Mercato Saraceno - era scaduto dalla fine di ottobre e il conducente, sperando di non essere scoperto, aveva parzialmente nascosto la data di scadenza. Per entrambi i responsabili sono scattati una multa di 85 euro e decurtazione di due punti sulla patente, oltre al ritiro del pass. Ma l’abuso più grave lo ha commesso un automobilista che non solo utilizzava un contrassegno intestato ad una persona deceduta, ma ne aveva addirittura contraffatto la data di scadenza. Di fronte a questa scoperta,  la Polizia Municipale, oltre ad applicare le sanzioni previste, ha provveduto a denunciare il conducente

“L’utilizzo illegittimo del  contrassegno disabili – osserva il sindaco Paolo Lucchi - è un’infrazione particolarmente sgradevole,  perché in questo modo vengono penalizzate  soprattutto le tante persone che hanno davvero bisogno del pass perché hanno difficoltà a muoversi. Trovo, quindi, molto opportuno che la nostra Polizia Municipale abbia avviato controlli specifici per contrastare il fenomeno,  e che il Comandante Colloredo dedichi molta attenzione a questa attività, con l’intento di intensificarla, per tutelare i veri disabili e a garantire loro la fruizione dei servizi dedicati”.

L'uso del contrassegno senza averne titolo è violazione prevista dall'articolo 188 del Codice della Strada e comporta una sanzione di 85 euro con una decurtazione di 2 punti sulla patente di guida. Il contrassegno disabili serve ad agevolare la mobilità delle persone con ridotte capacità motorie e delle persone non vedenti e deve essere utilizzato esclusivamente al servizio dal titolare. Tale contrassegno non è legato in maniera specifica ad un veicolo, è comunque necessario che il titolare del contrassegno sia a bordo dello stesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento