menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uso delle palestre scolastiche: bando la gestione a soggetti esterni

Il Comune si riserva di non assegnare le palestre nel caso in cui nessuna delle proposte risulti ammissibile

Il Comune di Cesena intende affidare, in via sperimentale per i prossimi due anni, la gestione extrascolastica di alcune palestre scolastiche normalmente utilizzate anche al di fuori dell’attività didattica. Per selezionare i gestori è stato pubblicato un bando con scadenza il 21 agosto. Sette le palestre interessate, la cui gestione sarà articolata in due gruppi. Del primo gruppo fanno parte la palestra della scuola primaria di Villa Chiaviche, e le due palestre in dotazione alla scuola secondaria di I grado Anna Frank. Il secondo gruppo di cui si propone la gestione comprende le palestre della scuola secondaria di I grado Via Plauto, della Scuola Primaria Fiorita, dell’ITT Blaise Pascal e dell’ITC Renato Serra. In entrambi i gruppi, le palestre individuate sono dedicate prioritariamente alla pallavolo e pallacanestro.

L’avviso pubblico è aperto alle associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, associazioni di discipline sportive associate e federazioni sportive nazionali, il cui statuto contempli fra gli scopi la finalità sportiva (oppure che si configurino in una delle forme previste dall'articolo 90 della legge 289 del 2002 e abbiano ottenuto riconoscimento del Coni, o ancora che siano iscritte nei Registri delle associazioni previsti dalla legislazione regionale). Ad ogni associazione viene affidata la gestione di ciascuno dei due gruppi di palestre. Una singola associazione può partecipare anche alla selezione per entrambi i gruppi, con due distinte proposte.

La proposta di utilizzo e gestionale verrà valutata sulla base di una proposta settimanale e annuale di utilizzo delle palestre e di promozione dell’attività sportiva, con indicazione delle giornate e fasce orarie utilizzate direttamente e delle attività programmate, con particolare riferimento alle fasce giovanili, agli anziani, ai portatori di handicap, all’utenza libera, e allo sviluppo di reti di collaborazione e di relazioni con altre associazioni, sportive e non, presenti sul territorio e con le scuole di competenza della palestra A pesare sulla valutazione anche le modalità di apertura, chiusura, custodia e pulizia delle palestre assegnate, l’esperienza del soggetto proponente nel settore della promozione sportiva e i curriculum risorse umane impegnate nell’associazione.

Le offerte saranno valutate da un’apposita commissione presieduta dal Ddirigente del Settore Scuola, Sport e Partecipazione che, a seguito dell’attribuzione di tutti i punteggi, formerà una graduatoria in ordine decrescente, individuando la miglior proposta di utilizzo e gestionale, corrispondente al maggior punteggio ottenuto. L’associazione vincitrice dovrà corrispondere al Comune un canone annuo di 500 euro per ciascun gruppo di palestre. Il Comune si riserva di non assegnare le palestre nel caso in cui nessuna delle proposte risulti ammissibile. Il bando completo può essere scaricato sul sito del Comune di Cesena.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento