Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

"Una vita dedicata alla cooperazione", un anno fa moriva Francesco Antonelli: il ricordo

"Ad un anno dalla sua scomparsa, il ricordo dell’ex presidente della Cassa Rurale ed Artigiana di Gatteo (oggi Credito Cooperativo Romagnolo) e di Orogel, resta indelebile"

Ricorre domenica 21 marzo il primo anniversario della scomparsa di Francesco Antonelli, personaggio originario di Gatteo e noto in tutto il cesenate per il suo impegno nel mondo della cooperazione. Antonelli nasce nel 1932 e al termine dei suoi studi si laurea in giurisprudenza all’Università di Bologna, ma continua a dedicarsi all’azienda di famiglia che, grazie alla sua lungimiranza, si dota di mezzi e strumentazione all’avanguardia diventando punto di riferimento del comprensorio per l’attività di moto-aratura.

La sua attenzione verso il sociale lo avvicina alla politica e nel 1964, a soli 32 anni, viene eletto Sindaco di Gatteo, periodo nel quale si appassiona al mondo della cooperazione tanto da fondare la Cooperativa Apora di Gatteo.

Antonelli già da giovanissimo era entrato a far parte della compagine sociale della Cassa Rurale dei Prestiti di Gatteo e alla scomparsa del padre, che era sindaco revisore della Banca, entra in Consiglio di amministrazione per poi diventare Vice Presidente della Cassa nel 1966 e Presidente nel 1971, rinunciando all'iscrizione all'Albo dei procuratori legali, per evitare fin da subito situazioni di incompatibilità.

Parallelamente prosegue il suo impegno nella cooperazione agroalimentare e in particolare nel gruppo Fruttadoro Orogel, di cui diventa presidente nel 1974 oltre ad assumere la presidenza dell’Unione Provinciale e Regionale delle Cooperative; in questo contesto è uno dei più attivi ed ascoltati collaboratori dell’onorevole Gino Mattarelli, presidente provinciale e dirigente nazionale dell’Unione Cooperative, nonché presidente nazionale delle Cooperative sociali.

“Francesco Antonelli nei suoi 34 anni di presidenza - ricorda il Presidente del Credito Cooperativo Romagnolo Valter Baraghini - fu protagonista della crescita della Cassa Rurale e Artigiana di Gatteo che, da piccola Cassa di paese divenne la Banca di riferimento per le famiglie e le tante imprese agricole e artigiane del territorio, accompagnandone lo sviluppo. Grazie alla sua lungimirante attività di amministratore, le cooperative di cui è stato presidente, contribuiscono ancora oggi allo sviluppo del territorio e delle comunità locali. Nello specifico si può affermare come la Cassa Rurale e Artigiana di Gatteo, la più antica della provincia (nata nel 1897), prosegua oggi la sua storia nel Credito Cooperativo Romagnolo, nato nel 2016 proprio dalla fusione fra BCC Gatteo e Banca di Cesena”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una vita dedicata alla cooperazione", un anno fa moriva Francesco Antonelli: il ricordo

CesenaToday è in caricamento