Cronaca

"Un uomo, una biblioteca", il Comune vuole l'intitolazione a Walter Toni

L’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna ha manifestato la volontà di intitolargli la Biblioteca Comunale di Bagno di Romagna, che ha sede a Palazzo del Capitano

Con una delibera di Giunta dell’1 ottobre scorso, l’Amministrazione comunale di Bagno di Romagna ha manifestato la volontà di intitolare la Biblioteca Comunale di Bagno di Romagna, che ha sede a Palazzo del Capitano, ad oggi priva di intitolazione, alla memoria del concittadino Walter Toni.

Con una estesa motivazione, intitolata “Un Uomo, una Biblioteca”, la Giunta comunale guidata da Marco Baccini riconosce a Walter Toni il fondamentale contributo allo sviluppo culturale della Comunità e della Biblioteca stessa, che Walter Toni fece centro e sede dei propri studi approfonditi sulla storia locale.

 “Per molti anni – si legge nella motivazione – è stata una visione abituale quella di Walter Toni (12.09.1922 – 1.06.2015),seduto al tavolo della Biblioteca con davanti aperto uno dei tomi dell’Archivio Storico. Sempre elegante, bonario e allo stesso tempo pronto alla battuta, rigorosamente in bagnese. Walter Toni appuntava in un quaderno i ritrovamenti più interessanti che scovava nei vecchi registri del Capitanato di Bagno. Ed era un piacere, per lui, partecipare di quelle scoperte con la piccola combriccola di appassionati che frequentava la sala della Biblioteca: Fabbri, Fabiani, Bignami... per tacere del bibliotecario Marcuccini. Ogni tanto si affacciava Bassetti, sempre sorridente, un altro dei padri nobili della nostra biblioteca-archivio.  Il suo forte impegno a livello locale lo vide partecipare giovanissimo, in rappresentanza del Partito Repubblicano al CNL locale che si costituì subito dopo la liberazione e che resse le sorti del comune fino alle prime elezioni amministrative. Molte sono le pubblicazioni sulla storia locale, che oggi rappresentato una traccia di studio attendibile e preziosa. Nell’immediato dopoguerra collabora alla rivista “Dal Campanile”, edita dal “Circolo Studentesco Bagnese”. Poi fonda insieme ad altri l’Associazione Culturale Bagnese e cura la ristampa di alcuni rari testi di storia locale. Negli anni ‘60-’70 ricopre diversi incarichi di rilievo a Bagno di Romagna: presidente dell’Azienda di soggiorno, presidente delle Terme, presidente dell’Opera Pia, tra i fondatori della Pro-loco di Bagno di Romagna. Fondatore insieme ad altri il Centro Studi Storici, che dà vita ad una serie di iniziative di approfondimento e  conoscenza della storia locale a cui parteciparono numerosi accademici di profilo nazionale e studiosi a livello locale, tra cui il convegno su “l’Alta Valle del Savio in età medioevale e moderna” ed il convegno su “l’Alta Valle del Savio tra Romagna e Toscana dal Medioevo al Novecento”. Nel 2002 viene pubblicato il volume di Walter Toni “Bagno di Romagna e le sue terme”, a cura delle Terme S. Agnese".

Nel 2018, a distanza di tre anni dalla Sua morte, la famiglia Toni ha donato al Comune di Bagno di Romagna l’archivio bibliografico di Walter Toni, consistente in oltre 1.000 volumi da lui posseduti, legati alla storia locale e non solo, che nel corso del 2019 sono stati trasportati dalla sua abitazione di Piazza Ricasoli alla Biblioteca Comunale a Palazzo del Capitano dove, con l’aiuto del prof. Valter Rossi, la coop. Ebla (nella persona di Mersia Mascheri) ha proceduto ad un lavoro di verifica, censimento e inserimento dei volumi all’interno delle varie sezioni della Biblioteca (operazione tuttora in corso).

"Con la fine dei lavori di riqualificazione di Palazzo del Capitano – spiega il Sindaco Marco Baccini e l’Assessore Enrica Lazzari – abbiamo sentito l’esigenza di dare una intitolazione alla Biblioteca Comunale ed abbiamo ritenuto di riconoscere a Walter Toni questa dedica. Nostro concittadino, bagnese DOC, rappresenta per tutti un esempio di partecipazione attiva alla vita pubblica locale, che ha concentrato soprattutto nello sviluppo della cultura e della storia del nostro Comune, la cui personalità merita di essere ricordata nel modo più vicino a quella che è stata la sede del Suo impegno, ovvero la nostra Biblioteca Comunale. Nel ringraziare Alessio Boattini, Angelo Rossi, Valter Rossi per aver condiviso i loro ricordi su Walter Toni – conclude il Sindaco – porteremo la nostra proposta al prossimo Consiglio Comunale per condividere insieme la proposta, auspicando che trovi la più ampia convergenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un uomo, una biblioteca", il Comune vuole l'intitolazione a Walter Toni

CesenaToday è in caricamento