Un presepe speciale, gli autori mettono la loro faccia sulle statuine

Mentre a Napoli le statuine del presepe hanno la faccia dei politici o dei calciatori del momento, nel presepe della comunità "F. Abbondanza" della cooperativa Cils la scelta è diversa

Mentre a Napoli le statuine del presepe hanno la faccia dei politici o dei calciatori del momento, nel presepe della comunità "F. Abbondanza" della cooperativa Cils le statuine hanno il volto dei ragazzi appartenenti alla cooperativa e accanto alla grotta del bambin Gesù è stata collocata anche la sede di via Boscone. Un incontro senza luogo e senza tempo tra persone speciali, ognuno con le proprie sofferenze, ognuno con la propria unicità. Per il secondo anno consecutivo, infatti, operatori e ragazzi della comunità hanno allestito un presepe di grandi dimensioni ma soprattutto dal forte impatto emotivo ed artistico.

Se l'anno scorso erano state le ambientazioni Palestinesi a dare forma al presepe, quest'anno è la comunità stessa che si fa presepe. Un presepe dove i volti dei ragazzi della comunità prendono vita  grazie alle loro foto attaccate sulle classiche statuine del presepe. Accanto alla grotta di Betlemme non poteva mancare la casa colonica in cui risiede la cooperativa  (in via Boscone 1030) posizionata magicamente accanto alla casa di Gesù. Un incontro fantastico per raccontare la diversità. 

"In maniera diretta, come spesso accade nella disabilità - spiega Luigi Bray, operatore della cooperativa e poeta - nel presepe si vedono i ragazzi che, accompagnati dai fondatori della comunità stessa, Mariagrazia Bartoletti e Giuliano Galassi, si incamminano verso la grotta. Lo fanno a loro modo, con la loro complessa semplicità. Lo fanno anche con un po' di sana ironia, mettendosi in gioco e facendoci riscoprire la semplicità della bellezza, che dimora a due passi da noi, tra via Boscone 1030 e una grotta sperduta, in una dimensione senza tempo. Del resto ci sono sempre delle persone più deboli alle quali è chiesto di cambiare il mondo, in meglio. ".

Il presepe, di grande impatto emotivo e che fa riflettere sul vero senso del Natale, è visitabile tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.30. O telefonando ai numeri 05471825761, oppure +393492974878 Martina, 3928925316 Luigi, prendendo appuntamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento