menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un anno di Covid, il sindaco Gozzoli: "Sofferenza e tensione, ma anche raggi di luce"

"È passato un anno: di sofferenza, di tensione - la riflessione del sindaco - di abitudini completamente rivoluzionate, di rinunce dolorose, di discussioni ma anche di una Cesenatico che si è unita e ha fatto vedere di essere davvero comunità"

Il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli racconta un anno di lotta contro il nemico invisibile. Un anno stravolto dal Covid, ma anche la speranza dei vaccini, come arma per uscire dal tunnel. "Esattamente un anno fa ero appena stato, insieme all'Assessore Morara, alla presentazione della squadra Alice Bike di Vittorio e Maria Savini, una domenica come tante dentro al nostro Museo della Marineria. Sul porto i bambini festeggiavano il carnevale e niente poteva farmi presagire che quella sarebbe stata l'ultimo fine settimana di normalità. Il Covid era solo sui giornali, nelle discussioni di chi da una parte minimizzava e chi dall'altra cominciava a metterci in guardia ma appariva sempre una minaccia lontana". Il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli ripercorre un anno di pandemia affidando il suo pensiero ad un post su Facebook.

Una pandemia che sembrava ancora una minaccia lontana "fino al messaggio del mio collega Sindaco di Cesena Enzo Lattuca che mi raccontava come tutti i comuni capoluogo fossero stati convocati d'urgenza in Regione. Da lì la notizia della chiusura delle scuole e la convocazione d'urgenza di tutta la Giunta e di tutti i dirigenti. Nella foto che vedete stavo preparando l'avviso di Alert System per la cittadinanza, la telefonata che li avrebbe avvisati di tenere in casa i loro figli la mattina seguente. Eravamo tutti disorientati, non comprendevamo fino in fondo quello che stava accadendo. Il primo caso di Covid accertato a Cesenatico sarebbe arrivato l'8 marzo 2020".

 "È passato un anno: di sofferenza, di tensione - la riflessione del sindaco - di abitudini completamente rivoluzionate, di rinunce dolorose, di discussioni ma anche di una Cesenatico che si è unita e ha fatto vedere di essere davvero comunità. Penso ai volontari delle associazioni, alle donazioni dei cittadini, alle consegne a domicilio, al lavoro instancabile del personale sanitario. Non è stato un anno facile, mai avremmo pensato di vivere questo incubo, ma ci sono stati anche dei tratti di luce che ci hanno aiutato a non mollare. Ieri, a un anno di distanza, sono iniziate le prima vaccinazioni alla Piscina Comunale e anche temporalmente prendiamo questa ripartenza come un segnale. Per un 2021 diverso, e anche migliore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento