Cronaca

L'ultima sirena per Lorenzo: dolore e compostezza per il vigile del fuoco ucciso dal Covid

Carico di commozione l'ultimo saluto tributato dai colleghi davanti al distaccamento dei Vigili del fuoco di Cesena

Dolore e commozione hanno accompagnato l'ultima sirena per Lorenzo Facibeni, il vigile del fuoco di Predappio morto a 52 anni, dopo aver lottato oltre due mesi in una stanza del  "Bufalini" contro il Covid-19. Un momento toccante è andato in scena mercoledì mattina davanti al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Cesena per l'ultimo saluto dei colleghi, che hanno reso onore alla salma del predappiese. "Ogni giorno senza rischio è un giorno non vissuto". Hanno ricordato così Lorenzo, le sirene degli automezzi e un lungo applauso che ha coinvolto anche i tanti presenti all'esterno della caserma, che non hanno voluto mancare all'ultimo saluto al valoroso vigile del fuoco. Si sono vissuti minuti densi di commozione, ma anche di compostezza e sobrietà.

.

Martedì era stata allestita la camera ardente nella camera mortuaria dell'ospedale cesenate . Mercoledì mattina alle 9 il feretro è partito verso la caserma di via Enzo Ferrari, dove è arrivato alle 9:15 in punto, per il meritato tributo. In occasione della partenza del feretro dalla camera ardente, il capo turno e i capi servizio delle sedi di servizio permanenti e volontari hanno fatto rispettare al personale nel piazzale della caserma un minuto di raccoglimento, seguito da un ulteriore minuto col suono delle sirene degli automezzi.

VIDEO - L'ultimo saluto dei Vigili del fuoco a pompiere morto di Covid

"Lascia un vuoto incolmabile - il ricordo dei colleghi - ma vivrà nei nostri ricordi per il fulgido esempio di testimonianza della passione per un lavoro speciale, della sua poliedrica professionalità, dello spirito di corpo, dei valori espressi e del modo di proporsi con le persone. Purtroppo le misure di ristrettezza per l’emergenza covid-19 non ci consentono di onorare la sua salma come tutti avremmo voluto". Dopo l'ultimo saluto davanti alla caserma di Cesena il feretro è ripartito alla volta del cimitero di Tipano, per la cremazione della salma.

Durante i due mesi di lotta contro il virus, in una stanza del Bufalini, i colleghi di viale Roma non hanno mai smesso di stare virtualmente accanto a Lorenzo. Il primo aprile scorso una squadra si è recata al noscomio cesenate, dove Facibeni si trovava ricoverato, dando voce alle sirene dei mezzi che lo hanno accompagnato nella sua carriera da pompiere. "Non sono mancate neanche le testimonianze d'affetto da parte dei cittadini comuni, oltre che delle istituzioni. Resterà come ricordo il video "Forza Lorenzo", che i colleghi gli hanno tributato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultima sirena per Lorenzo: dolore e compostezza per il vigile del fuoco ucciso dal Covid

CesenaToday è in caricamento