rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Buche sulle strade, illuminazione e rifiuti: ecco i principali reclami dei cesenati

“Apprezziamo il senso civico mostrato dai nostri concittadini – spiegano il sindaco, Paolo Lucchi e l’assessore ai Sistemi Informativi e Trasparenza, Tommaso Dionigi -. Segnalare le cose che non vanno è un modo per rendere Cesena ancora più bella e sicura per tutti"

I cesenati sono particolarmente solerti nel segnalare all’amministrazione comunale le cose da sistemare e soprattutto lo fanno utilizzando gli strumenti più tecnologici. E’ quanto emerge da una statistica effettuata sui reclami giunti a Palazzo Albornoz nel 2014. Nel corso dell’intero anno, riferisce l’Ufficio Statistica, sono stati registrati complessivamente 494 reclami, di cui 179 pervenuti attraverso mezzi tradizionali (a voce, per telefono, per iscritto e via fax) e  315 giunti per via telematica (per e-mail, smartphone o accedendo al sito web del Comune). Solo a 4  di questi non è stato possibile fornire una risposta, mentre a tutte le altre segnalazioni è stata data un risposta in un tempo medio di 20 giorni.

Analizzando i settori del Comune che ricevono maggiori segnalazioni da parte dei cittadini, si nota che in testa si pone, com’era prevedibile, il settore Manutenzione-Infrastrutture con 160 reclami. A seguire l’Edilizia Pubblica (94), l’Ambiente (53), la Mobilità (32) e la Polizia Municipale (30). Solo uno per Servizi Sociali e Pubblica Istruzione. Ma cosa segnalano i cittadini all’amministrazione? Prevalentemente problemi legati allo stato delle strade (27 reclami generici, 31 per le buche) o problemi all’illuminazione pubblica (20). Tredici persone hanno segnalato presenza di rifiuti abbandonati e 38 problemi legati all’incuria del verde pubblico.

24 cittadini hanno fatto presente che in alcune zone della città la segnaletica stradale era danneggiata, e in dieci casi era assente. Sedici persone hanno invece sollevato la cornetta per segnalare l’occupazione impropria di un parcheggio. Nove si sono premurati invece di segnalare la carenza di cestini per i rifiuti nelle aree pubbliche e quattro la presenza di deiezioni canine non raccolte dai proprietari degli animali. 14 infine quelli che hanno fatto riferimento al Comune per indicare il danneggiamento di edifici pubblici.

“Apprezziamo il senso civico mostrato dai nostri concittadini – spiegano il sindaco, Paolo Lucchi e l’assessore ai Sistemi Informativi e Trasparenza, Tommaso Dionigi -. Segnalare le cose che non vanno è un modo per rendere Cesena ancora più bella e sicura per tutti. E’ sbagliato infatti abbandonarsi all’indifferenza e girare la testa dall’altra parte se si notano cose che potrebbero essere migliorate o sistemate; ben vengano dunque le segnalazioni di ogni tipo alle quali contiamo sempre di dare una risposta in tempi rapidi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buche sulle strade, illuminazione e rifiuti: ecco i principali reclami dei cesenati

CesenaToday è in caricamento