rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Ucraini in fuga a Cesena: "I russi bombardano anche le chiese". Il Comune cerca un albergo per i rifugiati

A Cesena da ormai diversi giorni si è messa in moto la grande macchina della solidarietà per il popolo ucraino. Si cerca un albergo per i rifugiati destinati ad aumentare

A Cesena da ormai diversi giorni si è messa in moto la grande macchina della solidarietà per il popolo ucraino. Per due giornate è in programma una maxi raccolta di farmaci per gli ucraini, ognuno può dare un contributo. Giovedì sera sono arrivati in città i primi profughi in fuga dalle bombe di Putin, per la maggior parte si tratta di donne e bambini che vanno a ricongiungersi con familiari che abitano a Cesena.

C'è da dire che le notizie che arrivano dall'Ucraina sono sempre più drammatiche. "Stanno morendo tanti civili - spiega Alina, badante ucraina che vive a Cesena - siamo distrutti noi che siamo qui, pensate loro, i russi bombardano anche le chiese. Questa è una guerra cominciata nel 2014 con l'attacco alla Crimea, da allora sono morte 15mila persone".

Sono arrivati a Cesena i primi ucraini in fuga dalla guerra, una quindicina di persone, numero destinato ad aumentare. "Abbiamo incontrato il Comune che ha voluto sapere come stanno i nostri cari. Abbiamo sottolineato come l'urgenza più impellente sia quella di avere medicinali, bende e tutto quello che serve per medicare i feriti, e fermare il sangue che scorre. Mia figlia - spiega Alina - vive a Ternopil, ed è ancora indecisa se scappare o meno. Viviamo nell'angoscia, sicuramente le persone che fuggiranno sono destinate ad aumentare sempre di più. La cosa bella è che il Comune ci ha detto che alcune famiglie cesenati si stanno offrendo per ospitare chi arriverà. Ma si sta anche cercando un albergo per i rifugiati".

"Arriveranno persone distrutte - sottolinea Alina - in particolare donne e bambini che avranno bisogno di un supporto psicologico. La gente ormai vive nelle cantine senza luce e gas, in Ucraina fa molto freddo, mia figlia mi ha detto che sta nevicando". Un inverno di terrore per gli ucraini, aumenta il numero di profughi che cerca riparo altrove per sfuggire alla situazione sempre più drammatica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraini in fuga a Cesena: "I russi bombardano anche le chiese". Il Comune cerca un albergo per i rifugiati

CesenaToday è in caricamento