menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco crea scompiglio in due bar e aggredisce i vigili: arrestato

Nei guai è finito un 31enne cesenaticense, arrestato con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. L'episodio si è consumato sabato pomeriggio

Annebbiato dai fumi dell'alcol, prima ha creato disordini nei pressi di un bar, poi ha opposto resistenza agli agenti della Polizia Municipale di Cesenatico intervenuti per placare gli animi. Nei guai è finito un 31enne cesenaticense, arrestato con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. L'episodio si è consumato sabato pomeriggio. A chiedere l'intervento della Polizia Municipale è stato il titolare di un bar della prima periferia per la presenza di un cliente che stava provocando disordini.

Al loro arrivo gli agenti hanno trovato in strada, davanti al locale, il 31enne che, sotto l'effetto dell'alcol, stava urlando contro tutti. All'arrivo della pattuglia ha scagliato il proprio telefono contro un auto in transito. Al personale in divisa il barista ha riferito che l'uomo, poco prima, al rifiuto del gestore di dargli ancora da bere, aveva infastidito e provocato i clienti, alcuni dei quali spaventati dalle minacce se ne erano andati.

Gli agenti, non senza fatica, hanno accompagnato il giovane in ufficio per l'identificazione, contestandogli l'ubriachezza manifesta. Una volta calmatosi ha potuto lasciare il comando. L'individuo si è presentato in un altro bar, vicino alla sede della Polizia Municipale, ordinando da bere e cominciando ad infastidire la barista. Si è reso necessario l'intervento del titolare dell'esercizio, che ha invitato l'uomo ad uscire. Quest'ultimo per tutta risposta prima lo ha minacciato e poi l'ha aggredito, mettendogli le mani al collo. 

Ne è nato un parapiglia: lle urla richiamavano gli agenti che hanno riportato l'ubriaco in ufficio.  Essendo evidente che il giovane fino a quando non avesse ripreso un po' di lucidità era un pericolo per sé stesso e per gli altri, gli agenti si sono offerti di accompagnarlo a casa ma questi, in un crescendo di ostilità e minacce, improvvisamente si è scagliato contro di loro cercando di prenderli a pugni. A quel punto è stato bloccato ed arrestato con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Il giudice ha convalidato l'arresto, rinviando la decisione sul merito dei fatti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento