Un 2014 denso di notizie, ecco come è trascorso l'anno nella nostra città

Un anno denso di notizie per la nostra città: CesenaToday lo ha raccontato giorno per giorno. Ecco un riassunto di cosa è accaduto nel 2014 , una panoramica sull'anno che si chiude per farne un bilancio e poi guardare alle sfide che ci consegna per il 2015

Un anno denso di notizie per la nostra città: CesenaToday lo ha raccontato giorno per giorno, anche grazie alle preziose segnalazioni dei suoi sempre più numerosi lettori. Ecco un riassunto di cosa è accaduto nel 2014, una panoramica sull’anno che si chiude per farne un bilancio e poi guardare alle sfide che ci consegna per il 2015.

GENNAIO. L'anno si apre sullo sfondo di un inverno molto mite e praticamente privo di neve. Il 27 gennaio perde la vita, a Sala, Deborah Magnani, cesenate, sposata e madre di un bambino: fatale è stato lo schianto contro un palo in cemento della rete elettrica. Alla fine dell’anno, la conferma che la zona di Sala di Cesenatico è una dei punti più critici della viabilità nel Cesenate: il 2 dicembre poco lontano dal luogo di questo schianto muore, in un drammatico incidente stradale in via Canale Bonificazione, Fabio Della Chiesa, 35 anni e padre di una bimba, che tornava dalla sua famiglia dopo una festa tra amici.

FEBBRAIO. Il 13 febbraio, a ricordarci quanto è pericolosa la superstrada E45 (che alla fine dell’anno sarà oggetto poi di una complessa indagine della magistratura), è un gravissimo incidente, finito con la morte di un camionista laziale, che con il suo mezzo pesante finisce giù da un ponte, volando per circa 30 metri. Alla fine del mese scalpore suscita il suicidio, in pieno centro a Cesena, di un noto commercialista, che si getta dalla finestra in via Fattiboni. Intanto il mondo del calcio viene scosso dalle prime notizie relative ad un’inchiesta della magistratura sulla gestione Campedelli dell’A.C. Cesena: si ipotizzano fatture false, fondi neri e travaso di denaro dai conti della società a quelli personali di Campedelli stesso e di suoi presunti complici. Una serie di fatture sospette, per esempio, fanno salire alla stratosferica cifra di 500.000 euro il costo della rimozione della neve del Nevone 2012 dal campo dello stadio. Il 27 febbraio scatta l’operazione Dummy Massage della Polizia, che porta a chiudere diversi centri di massaggi cinesi con l’accusa che al loro interno si esercitava la prostituzione. Gli arresti e le denunce, in gran parte di cinesi, si susseguono nel corso di tutto l’anno, man mano che la Polizia prosegue nelle indagini.

MARZO. Un mese denso di lutti ed episodi di cronaca: l’11 marzo si toglie la vita, lanciandosi dall'ultimo piano di un albergo, un giovane americano di 23 anni. Il 25 marzo un cesenate di 47 anni, Gabriele Riceputi, muore sull'A14, nel tratto tra Imola e Castel San Pietro, in direzione Bologna.  A metà marzo muore ad appena 40 anni, Peter Spagnolo che si accascia su un campetto di Martorano mentre giocava a calcetto con gli amici. Il 19 dello stesso mese un grave episodio di cronaca sui bus cittadini: un utente “scontento” di appena 17 anni aggredisce l’autista, che riporta la frattura del naso, l'autista è “reo” di non averlo aspettato ad una fermata precedente.

APRILE. Sabato il 13 aprile viene funestato dalla morte della conosciuta modella cubano-cesenate Missy Montes, deceduta nel giorno del suo 21° compleanno. Un incidente stradale l’ha uccisa a Pescara, mentre si trovava passeggera su una moto, condotta da un quarantenne, protagonista di una manovra azzardata: un’impennata che poi è risultata fatale. A San Mauro Pascoli, intanto, il Comune decide per la demolizione dell’ex Geo, storica discoteca della Riviera Romagnola dei tempi d’oro, uno dei centri del divertimento per 36 anni, che poi sarà demolita in estate per farci villette. Da registrare in città una serata di tensione per tutto il quartiere dello stadio e al Montefiore: la partita Cesena-Spezia si apre con scontri tra spezzini e Polizia. Vengono sequestrate spranghe e razzi non regolamentari e approntati 36 Daspo.

MAGGIO. Grande appuntamento sportivo il 18 maggio, con la tradizionale gran fondo della Nove Colli: al via si presentano 10.872 ciclisti.  Il 21 maggio Polizia di Stato in lutto: muore il sostituto commissario Gianfranco Cococcia, molto conosciuto in città; un anno prima Cococcia aveva perso il figlio Lorenzo di 21 anni in un incidente stradale. Il 26 maggio il sindaco Paolo Lucchi viene confermato alla guida del Comune di Cesena. Lucchi vince con un risultato netto, superiore alle aspettative: lo votano circa trentamila elettori cesenati, con una percentuale del 54,8% dei voti validi, un dato che gli fa scansare il ballottaggio. Lucchi cavalca l’onda ascendente “renziana” del Partito Democratico, in calo il M5S che a Cesena aveva una sua roccaforte, mentre resta al palo il centro-destra che candida Gilberto Zoffoli. Assieme a Cesena vengono rinnovate le amministrazioni di diversi piccoli Comuni del territorio. Tra i sindaci eletti da segnalare il presidente uscente della Provincia Massimo Bulbi che diventa primo cittadino della sua Roncofreddo. Dopo soli tre giorni Lucchi ufficializza la nuova giunta, fatta in gran parte di riconferme. Vicesindaco resta Carlo Battistini (e responsabile del bilancio), entrano in giunta Tommaso Dionigi (Attività economiche e innovazione) e Christian Castorri (Cultura). Resta escluso dalla giunta l’alleato Sinistra Ecologia Libertà, che protesta vibratamente.

GIUGNO. L’estate si apre con lo scontro frontale, il 1 giugno sulla Cervese, tra due scooter. Due giovani, un sedicenne e un 24enne, cadono violentemente al suolo, riportando gravi ferite.  Pochi giorni dopo, un altro episodio drammatico di cronaca: il 7 giugno una donna muore carbonizzata mentre si trovava all'interno di un camper nel piazzale della Rocca a Cesenatico: quando i Vigili del Fuoco arrivano sul posto, il mezzo era completamente avvolto dalle fiamme. Le cronache registrano una grossa operazione del Commissariato di Cesena, i cui agenti che trovano un magazzino con centinaia di pezzi di biciclette rubate che poi venivano rivenduti su internet; due persone finiscono denunciate. Ma il mese di giugno si archivia soprattutto per lo straordinario successo del Cesena, che riagguanta la serie A dopo due anni di serie cadetta: nella magica notte di Latina, il 18 giugno, il Cesena recupera la massima serie vincendo 1-2 sulla squadra pontina, a conclusione di playoff al cardiopalma. A Cesena scoppia la gioia dei tifosi e i festeggiamenti in strada con gli immancabili caroselli.

LUGLIO.  L’estate 2014 passerà alla storia come una tra le più piovose e fresche. Sul Cesenate si scaricano a ripetizione rovinosi temporali che producono a più riprese allagamenti di capannoni e scantinati: il 26 luglio, con picchi di 72 millimetri di pioggia, sono colpite in particolare Ronta, Martorano, il centro e San Vittore, quest’ultima frazione aveva già subito disagi e allagamenti il 15 giugno. Il più grosso incendio dell’anno si verifica all’hotel Miramare di Gatteo Mare: 150 turisti evacuati, a decine restano bloccati sui balconi. In totale 19 intossicati, nessuno gravemente.

AGOSTO. Il mese si apre con un drammatico episodio di cronaca: nel piccolo ospedale “Luigi Cappelli” di Mercato Saraceno un uomo, in evidente stato di alterazione da astinenza da stupefacenti, fa  irruzione armato nel nosocomio in cerca di morfina, tenendo medici, infermieri e pazienti sotto sequestro. Dopo una lunga trattativa “libera” gli ostaggi e viene arrestato. Nel mese più caldo dell'anno, la città si divide su un caso controverso: l'intervento delle forze dell’ordine per bloccare alcune feste di giovani non autorizzate al Parco Ippodromo. Eccessivo pugno duro nei confronti di giovani che si divertono stando in città o provvedimento giusto per garantire la serenità delle notti dei vicini? Dal punto di vista amministrativo, il Comune appronta la ”via cesenate” della Tasi, la nuova imposta sulla prima casa, con un complesso sistema di detrazioni in base al reddito Isee. Tuttavia l’operazione riesce solo a metà: in autunno, al momento di pagare, la metà dei cesenati rinuncerà alla detrazione e pagherà il massimo per il meccanismo troppo complesso di calcolo. Alla fine del mese c’è da registrare la morte di un sedicenne cinese investito e ucciso da un treno in corsa a Gambettola, mentre stava attraversando imprudentemente i binari. In pochi mesi i morti in incidenti sulla linea ferroviaria Cesena-Rimini sono stati tre.

SETTEMBRE. Tra le più grosse novità commerciali, alla ripresa delle attività dopo la pausa agostana, c’è l’apertura della nuova galleria commerciale del Romagna Center, che per l’occasione diventa Romagna Shopping Valley: un polo commerciale di  90mila metri quadri di superficie dedicati allo shopping (la più vasta area in Emilia-Romagna e una delle più grandi in Italia). L’operazione ha portato alla creazione di circa 200 nuovi posti di lavoro. Sempre a settembre viene stroncato improvvisamente da un infarto Fausto Sintini, 54 anni, tra i fondatori del Mamy's pub di Cesenatico e uno dei volti più noti della “notte”. La bigia e piovosa estate 2014 si chiude con una violenta mareggiata a Cesenatico, il 22 settembre: allagamenti in oltre 250 attività commerciali del lungomare e del centro, con una stima di 6,8 milioni di danni. Sotto accusa le Porte Vinciane: quando è arrivata l’allerta era ormai troppo tardi per chiudere le paratie a difesa del porto canale e il centro si allaga.

OTTOBRE. L'autunno cesenate si apre con il grande evento dell'ottavo Festival Internazionale del Cibo di Strada, dal 3 fino a 5 ottobre: una ventina di isole gastronomiche che hanno proposto i cibi di strada provenienti da svariati paesi. Piazza della Libertà e il centro di Cesena si gremiscono con ben centomila visitatori in tre giorni, un afflusso tale che crea anche disagi e code interminabili: la prossima edizione, promettono gli organizzatori della Confesercenti, sarà rivista. Sempre nel mese di ottobre si registra un “colpaccio” di una delle più grosse imprese cesenati: Amadori diventa l'unico fornitore di pollo per i McDonald's di tutt'Italia. Intanto, come nota di colore, per le vie di Cesena si vede sempre più spesso la simpatica e pittoresca coppia dei supereroi mascherati Batman Romagnolo e Spiderman Cesenate. Il primo si chiama Luka Bruni, 50enne disoccupato che, oltre a cercare lavoro, porta un sorriso davanti alle scuole e nei locali cesenati. Ma se c’è chi ride, c’è anche chi non ha per niente voglia di farlo.  Sul tavolo del sindaco l’autunno porta due grosse “grane” che generano aspri dibattiti e dissidi: il trasloco del Macfrut, la principale fiera cesenate, vetrina dell’ortofrutta romagnola sul mondo, che dal 2015 si terrà a Rimini. L’ultima edizione a Pievesestina, la 31°, che si è tenuta a fine settembre, è stata un successo di pubblico. La seconda “grana” è la nascita di un agguerrito comitato per salvare il parcheggio di Piazza della Libertà, il principale del centro, che nei progetti del Comune deve essere pedonalizzato. Il comitato raccoglie nel giro di pochi mesi oltre ottomila firme contro il progetto.

NOVEMBRE. Nel mese di novembre, il 10, molta preoccupazione suscita l'incidente accaduto ad un ragazzino di appena 16 anni, investito da un'auto in transito sulle strisce pedonali su viale Marconi, e portato in gravissime condizioni all'ospedale Bufalini. Il 13 novembre un altro grave fatto di cronaca: una ciclista viene fermata nel sottopassaggio ciclo-pedonale delle Vigne e viene stuprata. Un mese dopo sarà arrestato il presunto autore della violenza: un 21enne albanese. Il 23 novembre si torna alle urne per votare il nuovo presidente della Regione: crolla l’affluenza, si reca a votare solo il 38% dei cesenati, la metà di quanti hanno votato solo sei mesi prima. Crollano tutti i partiti, il trionfo è solo per la Lega Nord che diventa il secondo partito in città con il 17% dei consensi. Un trionfo non indolore, però: il Carroccio invita il proprio leader Matteo Salvini a Cesenatico per protestare contro la presenza di circa 40 profughi dell’operazione Mare Nostrum in un albergo cittadino. “Cattiva pubblicità per la località rivierasca”, è la critica che viene fatta dall’amministrazione, che ha in maggioranza il Carroccio stesso. Scoppia la lite, il risultato è che la Lega a Cesenatico si spacca e la giunta di Roberto Buda finisce in bilico con il vicesindaco Vittorio Savini messo alla porta dal suo partito. Brutta rapina il 28 novembre: una banda di tre criminali, col volto travisato e armi in pugno irrompe all’interno di un’abitazione, nelle campagne tra Cesena e Cesenatico e prende in ostaggio l’anziano proprietario di casa, che si vede la casa ripulita.

DICEMBRE. E45 nel mirino: il mese di dicembre si apre con la notizia dell’apertura di una maxi-inchiesta con ben 22 indagati per le buche e i cantieri infiniti dell’E45. Nel solo tratto cesenate le buche in 5 anni provocano 153 danneggiamenti a veicoli in transito censiti dalle forze dell'ordine (ma molti di più sono coloro che, senza avvisare la polizia stradale, sono andati direttamente al primo gommista o carrozziere disponibile) e 19 incidenti causati dalle buche stesse. La Procura vuole capire se sono stati usati materiali scadenti.  A Cesenatico il maltempo non dà pace e alcune aree di campagna, come Cannuceto e Montaletto si ritrovano ancora una volta sott'acqua, per via dello straripamento dei canali. In casa Cesena sale la tensione: la società, all’asciutto di vittorie dalla prima giornata, decide di esonerare Pierpaolo Bisoli, l’ “eroe” della promozione in A, l’allenatore più vincente della storia recente del Cesena. A subentrargli è mister Mimmo Di Carlo. L’anno si chiude con la gradita visita di Babbo Natale, che ha scelto Cesenatico per organizzare il suo variopinto villaggio tematico. Presente anche la Casa di Babbo Natale, un ufficio postale dal quale poter inviare le lettere a Santa Claus. La nostra lettera conteneva la richiesta di un sereno 2015 per tutti i lettori di CesenaToday.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento