Truffati dall'agenzia viaggi, una decina di famiglie di turisti messe alla porta a metà vacanza

Loro avevano pagato tutta la vacanza di una settimana, ma l'agenzia a cui avevano dato i soldi aveva pensato bene di non fare il bonifico totale  all'albergo e trattenersi i soldi

Loro avevano pagato tutta la vacanza di una settimana, ma l'agenzia a cui avevano dato i soldi aveva pensato bene di non fare il bonifico totale  all'albergo e trattenersi i soldi. E' iniziata così la disavventura per un gruppo di 10 famiglie provenienti dall'alta Italia in vacanza sulla riviera romagnola, più precisamente in un hotel di Cesenatico. Ma per fortuna la macchina degli aiuti e della solidarietà si è messa in moto e l'agenzia madre (un'agenzia viaggi seria e blasonata di Bolzano) che in questo caso si era avvalsa di un'altra agenzia è intervenuta celermente cercando di risolvere il problema dei turisti senza camere. 

Arrivati sabato pomeriggio, erano stati sistemati nell'albergo prenotato e fino a lunedì l'albergatore li ha tenuti pensando e sperando che il bonifico dall'agenzia che aveva fatto la prenotazione arrivasse, ma niente. I soldi per il soggiorno completo non arrivavano e così ha dovuto dire ai turisti che il loro soggiorno doveva interrompersi perché era intervenuto un problema, spiegando i termini della questione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli albergatori: "Le truffe sono in aumento"

I vacanzieri, stupiti e mortificati e che tutto avrebbero voluto fare meno che prendere le valigie e andarsene, hanno iniziato a risalire alla prenotazione iniziale e all'agenzia madre con cui avevano operato e, fortunatamente, questa, cercando di risolvere il problema senza scaricarlo sui clienti, si è caricata della spesa e si è occupata di sistemarli in altre camere della riviera. 
E a questo punto si sono attivati gli albergatori di Cesenatico che, capendo la problematica, ma essendo al completo, non avevano la disponibilità di dare 10 camere nello stesso albergo. Quindi hanno cercato di trovarle vicine per rendere la vacanza in riviera dei turisti, già mazziati e truffati, meno negativa possibile. "Purtroppo casi simili - conferma il sindaco Matteo Gozzoli - ultimamente ne capitano di più di prima. E per il turista è un vero colpo basso, un momento che dovrebbe essere di pieno relax e felicità viene disturbato da un disguido così grave. Ci dispiace molto che accada a turisti che vengono in riviera". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento