menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa dello specchietto, 10 anni dopo il pugno duro del giudice: 5 anni di carcere

Agendo con un complice, l'uomo, originario di Nola, si rese protagonista della cosidetta "truffa dello specchietto"

A dieci anni dal reato consumato si aprono le porte del carcere per un campano di 38 anni. Agendo con un complice, l'uomo, originario di Nola, si rese protagonista della cosidetta "truffa dello specchietto", riuscendo a far cadere nella sua trappola un cesenate di 37 anni. L'episodio in questione si consumò in via Calcinaro. I malviventi riuscirono a trarre in inganno il malcapitato scagliando contro l'auto in transito un sasso. A bordo di una "Opel Vectra" lo avvicinarono, mostrando uno specchietto rotto. Attraverso anche alcune minacce, venne convinto a fare un prelievo al bancomat e a consegnare 100 euro. La vittima poi denunciò il fatto ai Carabinieri. Attraverso un'attività investigativa gli uomini dell'Arma riuscirono ad individuare il 38enne e ad indagarlo. Con la condanna passata in definitiva per estorsione, i militari hanno eseguito l'ordine di carcerazione. Il truffatore dovrà scontare i prossimi cinque anni in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento