Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Cesenatico

Trovata una casa ai giovani fidanzati che dormivano in macchina

Si volta pagina nella disavventura che ha coinvolto due fidanzati di 30 anni costretti a dormire in auto al freddo. Una scelta obbligata a causa della mancanza di lavoro e di un tetto per entrambe

Si volta pagina nella disavventura che ha coinvolto due fidanzati di 30 anni costretti a dormire in auto al freddo. Una scelta obbligata a causa della mancanza di lavoro e di un tetto per entrambe. Dopo l'appellosi è attivato Lorenzo Paolucci, presidente dell'associazione Diamo vita agli anziani che è riuscito ad incastrare tutti i tasselli di un mosaico che compone la parola Solidarietà. Paolucci è stato il primo a chiamare in redazione per mettere in pratica la disponibilità all'aiuto dell'associazione. Ma era in buona compagnia: c'è chi ha chiamato anche da Forlì mettendo a disposizione gratuitamente la propria abitazione e un passaggio per Cesena tutti i giorni compresi i festivi.

Paolucci, vista la sua esperienza decennale nell'ambito dell'assistenza al prossimo ha incontrato subito i due ragazzi e in meno di una settimana è riuscito a coinvolgere persone sensibili al problema trovando una sistemazione alla coppia di ragazzi. Ora possono parcheggiare l'auto tra Savignano e San Mauro Mare e chiudere la porta di casa, una vera, dietro le proprie spalle. Un'abitazione che possono condividere con i tre figli che fino a una settimana fa erano ospiti di parenti della coppia. Ma il nucleo familiare era spaccato perché c'era spazio sufficiente solo per i tre piccoli e non per i genitori che hanno scelto di tutelare i propri figli e passare le notti al freddo in macchina. Senza accendere il riscaldamento per evitare di consumare benzina necessaria a portarli a scuola.

L'associazione Diamo vita agli anziani si è occupata anche di portare mobili e materassi nella nuova casa; tutti beni oggetto di donazioni di terzi che così non vengono buttati ma riutilizzati per rendere accoglienti e abitabili degli spazi. “Con i due ragazzi ci siamo incontrati un paio di volte e siamo riusciti a trovare una sistemazione – ha detto Paolucci – ma non sono gli unici a convivere con una situazione di disagio e difficoltà. A Pasqua con l'associazione pensiamo di dedicare una giornata alle famiglie che hanno questi problemi per stare insieme, condividere un pranzo, ma soprattutto socializzare”.

Pian piano sembra, sempre facendo gli scongiuri del caso, che i pezzi del puzzle si stiano incastrando nel verso giusto. Infatti la ragazza negli ultimi giorni ha fatto dei colloqui di lavoro e, sempre Paolucci si sta adoperando per trovare un lavoro al padre di famiglia che si era sempre detto disposto a fare qualsiasi tipo di attività.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata una casa ai giovani fidanzati che dormivano in macchina
CesenaToday è in caricamento