Cronaca Cesenatico

Trasporto pubblico d'estate a Cesenatico, il voto sulla qualità del servizio non raggiunge il 7

I risultati dell’indagine di Customer Satisfaction finalizzata a verificare il livello di soddisfazione dei clienti che utilizzano il trasporto pubblico locale nella riviera romagnola

Sono stati presentati nell'aula consiliare della Provincia di Forlì-Cesena i risultati dell’indagine di Customer Satisfaction finalizzata a verificare il livello di soddisfazione dei clienti estivi del trasporto pubblico locale nella riviera romagnola. 

In particolare sono stati monitorati i viaggi effettuati sui mezzi del trasporto urbano ed extraurbano della costa Ravennate-Cervese,  di quella Forlivese-Cesenate centrata su Cesenatico e della lunga costa Riminese, realizzando un totale di  1550 interviste rivolte ai clienti paganti di età superiore a 14 anni nel periodo dall’8 al 20 luglio 2021.

Nell’estate 2021 si osserva – a livello di Ambito Romagna – una diffusa prevalenza femminile nell’utilizzo di  tutti i servizi, in particolare su costa ravennate e riminese. Rispetto all’estate 2019 si rileva una contrazione  di presenza delle fasce più giovani (comunque più presenti nell’area ravennate) e una maggiore presenza di  fasce adulte. In tutti i servizi si conferma l’ampia presenza di italiani e di residenti nel territorio, in  particolare è nei servizi della Costa Ravennate che si riscontra la maggiore incidenza di residenti nella  provincia (63%). E’ invece nei servizi urbani di Cesenatico che si osserva la percentuale più alta di stranieri  residenti in Paesi dell'Unione europea (19,5%).  

In coerenza con il dato relativo all’età, nella Costa Riminese si riscontra la più alta presenza di pensionati,  nei servizi di Cesenatico quella di occupati. Alta presenza di studenti si riscontra su Rimini e Ravenna.  

Abitudini di spostamento 

Comprensibilmente con il periodo estivo, tra le motivazioni degli spostamenti intercettati risultano  ovunque maggioritarie quelle a carattere non sistematico.  L’utilizzo dei servizi legato al raggiungimento del posto di lavoro oscilla tra il 5,6% di Cesenatico e il 21,8%  della Costa Ravennate. Il turismo è invece riscontrato prevalentemente nel Riminese (75,1%), con una  permanenza nella zona nella maggioranza dei casi dichiarata superiore a 4 giorni. Tra essi, un’alta  percentuale di utenza dichiara un utilizzo giornaliero del trasporto pubblico locale (51,6%). 

Valutazioni 

Per quanto concerne la qualità percepita, il servizio - nel suo complesso - è valutato positivamente con il  giudizio migliore ottenuto dalla costa Riminese (7,5 su scala 1-10), seguito da costa Ravennate (7,3) e infine  Cesenatico (6,7). 

Più nel dettaglio, gli utilizzatori hanno espresso giudizi su una serie di aspetti soggettivi ordinati in 4 “macrofattori” caratterizzanti il servizio, quali la sua organizzazione, il comfort di viaggio, la attenzione verso il cliente e la attenzione alle problematiche ambientali. Si sono registrati giudizi positivi, compresi  tra il 6,1 ed il 7,3 (scala 1-10), che risultano comparabili coi dati dell’estate 2019.  

Emerge una discreta area di soddisfazione degli intervistati che hanno attribuito voti superiori alla sufficienza  nel 88% dei casi nel territorio di Cesenatico, nel 90,3% dei casi nel Riminese e 99,6% dei casi nel Ravennate Cervese. Le marginali insufficienze sono state rilevate sul macro fattore dell' attenzione alle problematiche  ambientali in misura più evidente sulla costa cesenaticense.

Risulta interessante l’approfondimento sulla percezione, da parte degli utenti, dei servizi di trasporto pubblico in relazione all’emergenza da Covid-19. 

La confidenza verso il mezzo pubblico durante l’estate 2021 è cresciuta rispetto al periodo autunnale 2020: una percentuale di utenti compresa tra il 64 e il 79,8% rivela di utilizzare i servizi come in epoca precedente al Covid. Gli utilizzatori che denunciano ancora il minor uso dei mezzi pubblici (il 25,3%) sono maggiori a  Ravenna e lo giustificano con l’insufficienza delle misure anti-contagio. Curiosamente, però, risultano poco  note le iniziative informative del gestore relative a tali misure: solo il 56% di utilizzatori dei servizi sul  territorio risulta essere a conoscenza delle campagne di sensibilizzazione sull’uso delle mascherine (56%),  dell’informativa alle fermate (40%) e della sanificazione dei mezzi (36%); il 15% di utenti risulta non  conoscere alcuna campagna informativa. 

La sicurezza a bordo e nelle aree di attesa è giudicata insufficiente solo sui servizi extraurbani di Rimini (5,4  su scala 1-10) e urbani di Cesenatico (5,9 su scala 1-10); il valore migliore è rilevato nei servizi urbani di  Cervia (7,2)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico d'estate a Cesenatico, il voto sulla qualità del servizio non raggiunge il 7
CesenaToday è in caricamento