menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Documento falso per il trasporto di 500 chili di rottami: nei guai due albanesi

Per il carico di rifiuti speciali i due non avevano compilato il previsto formulario di identificazione, cioè il documento che deve necessariamente accompagnare il trasporto dei rfiuti.

Due cittadini albanesi nei guai per trasporto abusivo di rifiuti. A fermarli sono stati gli agenti della Polizia Municipale di Cesenatico durante un controllo in via Cesenatico. Sull'autocarro a bordo del quale viaggiavano si trovavano rottami per un peso di circa 500 chili. Per il carico di rifiuti speciali i due non avevano compilato il previsto formulario di identificazione, cioè il documento che deve necessariamente accompagnare il trasporto dei rifiuti.

Il conducente, dichiaratosi essere dipendente di una ditta della provincia di Brescia, per poter proseguire il trasporto davanti agli agenti ha estratto dal veicolo un bollettario di formulari intestato a detta azienda ed ha compilato il documento mancante, potendo così proseguire il trasporto. Alcuni elementi emersi all'atto del controllo, tra cui riscontri non perfettamente coincidenti all'incrocio di varie banche dati, hanno però insospettito gli agenti, che hanno approfondito il controllo che ha coinvolto anche i colleghi di Forlì, Gambettola e Travagliato.

All'esito è risultato che l'uomo alla guida del veicolo, e responsabile del trasporto dei rifiuti in atto, ed il suo socio, proprietario dell'automezzo, in realtà erano dipendenti di un'azienda di Milano privi di titoli abilitativi per la gestione dei rifiuti. Gli stessi, utilizzando ad insaputa dell'azienda di Brescia un bollettario di formulari della stessa (nella loro disponibilità per pregressi rapporti che erano intercorsi tra loro), aveva compilato un documento falso per proseguire il viaggio intercettato dagli agenti. I due albanesi (P.P.  55 anni residente a Cesena e S.E. 48 anni  residente a Cesenatico) sono stati denunciati a piede libero per i reati di falso documentale e di gestione illecita di rifiuti speciali prodotti da terzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Un importante alleato in tempi di Coronavirus: il saturimetro

Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento