menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico di gasolio: 100mila litri sotto sequestro e 4 arresti

Il tutto è nato nel corso di un controllo stradale: ai carabinieri della compagnia di Cesenatico qualcosa non quadrava in un trasporto di supposti oli minerali e qundi è scattata l'indagine

Il tutto è nato nel corso di un controllo stradale: ai carabinieri della compagnia di Cesenatico qualcosa non quadrava in un trasporto di supposti oli minerali e qundi è scattata l'indagine. Un'indagine complessa che ha portato alla scoperta di un traffico di migliaia di litri di gasolio di provenienza estera anzichè olio minerale come riportato nei sigilli.

La vicenda è stata illustrata dai Carabinieri della Compagnia di Meldola (comandati dal capitano Marco Passarelli), e della Compagnia di Cesenatico (comandati dal capitano Francesco Esposito,): i militari hanno arrestato quattro persone, due camionisti stranieri e due titolari di un'azienda d'autotrasporto con sede operativa a Forlì, con le accuse di violazione del regime del deposito fiscale, sottrazione al pagamento dell'accisa su prodotti energetici, irregolarità sulla carta di circolazione, commercio abusivo e omessa denuncia di trasporto di materiale esplosivo. I titolari della ditta sono un 33enne e il padre di 60 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine per reati contro le persone, mentre gli autotrasportatori sono un serbo di 36 anni, residente a Mercato Saraceno, ed un polacco di 37 anni.

L'indagine è iniziata una ventina di giorni fa, quando i militari ddi Cesenatico hanno intercettato un autoarticolato con cassone che trasportava fusti sigillati con la dicitura "olio minerale" destinati a Cipro. Il controllo ha avanzato più di un sospetto, attivando così una serie di accertamenti che hanno portato gli investigatori ad una ditta di autotrasporti con sede a Forlì, ma da alcuni mesi attiva con un capannone nella zona di Panighina di Bertinoro. Giovedì pomeriggio scorso è stato notato giungere il mezzo pesante controllato nei giorni precedenti.

A quel punto è scattata la perquisizione, che ha permesso di trovare e sequestrare ben 78mila litri di gasolio stoccato in contenitori con sigilli per oli minerali. Altri 22mila litri di carburante sono stati rinvenuti nella base operativa di Forlì. Il tutto è stato sequestrato insieme agli uffici della sede della città mercuriale, per un totale di 100mila litri. 

Nell'abitazione del 60enne è stata trovata anche una pistola Beretta calibro 7,65 di provenienza illecita. Per tal ragione è stato denunciato per detenzione di arma da sparo. Dovrà inoltre rispondere dell'accusa di resistenza a pubblico ufficiale poichè al momento del controllo ha opposto resistenza. Il giudice ha convalidato sabato scorso gli arresti: ora i quattro sono tornati in libertà in attesa del processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento