Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Torrente Rigossa, proseguono i lavori di messa in sicurezza idraulica

Durante l’evento alluvionale dei primi di febbraio del 2015 il torrente esondò in più punti nel tratto artificializzato, causando danni alle aree adiacenti

Proseguono i lavori, iniziati i primi giorni di febbraio, di costruzione di muretto arginale sul Torrente Rigossa, nel comune di Gatteo, a protezione delle abitazioni limitrofe.

Il torrente Rigossa, in gestione al Consorzio di bonifica, percorre per 22 chilometri un vasto territorio di circa 20 chilometri quadrati, che comprende i comuni di Longiano, Montiano, Gambettola e Gatteo: a valle della Via Emilia da corso collinare “naturale” diventa un corso canalizzato, ovvero rettificato, arginato e "costretto" da strade o abitazioni sia in sponda destra che sinistra.

Durante l’evento alluvionale dei primi di febbraio del 2015 il torrente esondò in più punti nel tratto artificializzato, causando danni alle aree adiacenti. Il comune che subì i danni maggiori fu Gambettola, ma anche il Comune di Gatteo subì danni per allagamento, seppur marginali.
A Gambettola e Longiano, le aree più danneggiate,  il consorzio ricostruì l’alveo del torrente nel 2015 e 2016  (fondi regionali e consorziali per oltre un milione di euro) e redasse il progetto di rialzi arginali e creazione di muretti protettivi in comune di Gatteo per aumentarne la sicurezza idraulica. 

Il primo stralcio fu realizzato nel 2018 e 2019 nella frazione di Sant'Angelo, dalla rotatoria "Romagna mia" alla via S. Allende; il secondo stralcio, in corso di attuazione,  prevede la sistemazione del tratto di torrente compreso tra via S. Allende e l'autostrada A14.
L'intervento ha un costo di 300.000 euro finanziato in parte dal Consorzio di bonifica, in parte dal Comune di Gatteo ed in parte dalla Regione Emilia-Romagna.

La progettazione e direzione lavori sono in capo al Consorzio di bonifica, mentre il Comune di Gatteo svolge il ruolo di stazione appaltante.
 “L’intervento in comune di Gatteo è il completamento dei lavori iniziati nel 2015 a seguito dell’esondazione del torrente che creò innumerevoli danni al territorio e alle persone” commenta Roberto Brolli, Presidente del Consorzio di bonifica della Romagna. “Gli ingenti finanziamenti e la fattiva collaborazione fra Consorzio, Regione e Comuni ha permesso la messa in sicurezza idraulica del bacino del Torrente Rigossa - prosegue Brolli-  a dimostrazione che quando si lavora insieme siamo in grado di dare  una risposta importante alle esigenze di sicurezza dei territori”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrente Rigossa, proseguono i lavori di messa in sicurezza idraulica

CesenaToday è in caricamento