Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Tifosi invadono il campo fin sotto la curva ospite: in arrivo Daspo e denunce

Era una partita da massima allerta e le forze dell'ordine si sono preparate nei dettagli per fronteggiarla

Era una partita da massima allerta e le forze dell'ordine si sono preparate nei dettagli per fronteggiarla. E' stato solo grazie alla professionalità dell'apparato organizzativo che gli scontri e le provocazioni sono state sedate sul nascere prima e dopo la partita Cesena-Verona di giovedì sera. Il giorno dopo, il reparto tifoserie della Digos della questura di Forlì, ha esaminato i filmati e dalle indagini potranno scaturire denunce e Daspo.

L'episodio maggiormente sotto attenzione è stata un'invasione di campo di supporter del Cesena che, dopo il termine della partita, hanno scavalcato il muretto divisorio tra curva e campo (in quanto  la recinzione è stata abbattuta) e si sono diretti col volto travisato fin sotto la curva ospite con ben 4.500 tifosi del Verona. Una provocazione che avrebbe potuto far degenerare la situazione, ma proprio a quel punto la polizia ha serrato ulteriormente i ranghi per prevenire qualsiasi possibile reazione da parte di una tifoseria tra l'altro molto nervosa fino a quel punto.

L'azione di una dozzina di sostenitori del Cesena è stata “placcata” da alcuni agenti della Digos che ora lavorano all'identificazione degli autori, che verranno anche denunciati penalmente in quanto l'invasione di campo è anche reato. Successivamente ci sono stati 20 minuti di “turbolenza” per il permanere della squadra scaligera in campo, fermatasi a festeggiare con i propri sostenitori la vittoria fuori casa e soprattutto la promozione in serie A.

Le fasi precedenti della partita non sono state certo più tranquille. Nel parcheggio del Montefiore, riservato agli ospiti, ci sono state tensioni con la polizia quando un gruppetto di soggetti ha tentato di sfondare il cordone di agenti per prendere il sottopassaggio della Secante e quindi portarsi in un'area in cui confluivano i tifosi di casa. Il tentativo è stato respinto, nonostante il pericolo di numerose bottiglie rotte.

A rendere più difficile il tutto è stato il grave incidente che si è verificato in autostrada, che ha causato due morti e che ha tenuto bloccati in coda centinaia di tifosi veneti, giunti solo agli ultimissimi minuti prima della partita. L'incidente ha fatto sì che molti dei tifosi del Verona che si muovevano in macchina e in pullman abbiano percorso strade alternative e questo ha mandato in tilt il sistema di prevenzione che prevedeva il concentramento al casello di Cesena Nord per la successiva scorta delle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifosi invadono il campo fin sotto la curva ospite: in arrivo Daspo e denunce

CesenaToday è in caricamento