Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Cesenatico

Terremoto in Emilia, Buda ringrazia i volontari: "Sono fiero di Cesenatico"

"Non mi stupisce che un gran numero di persone si sia mosso per questa causa. Il bene comune deve apparire sempre più decisivo come fine in ogni azione umana", ha affermato Buda

Dopo il terremoto che ha colpito le zone dell’Emilia Romagna, Cesenatico non è rimasta a guardare. Con diverse iniziative sia pubbliche che private i cittadini hanno raccolto denaro e materiali utili ad aiutare e sostenere i terremotati. "Non mi stupisce che un gran numero di persone si sia mosso per questa causa. Il bene comune deve apparire sempre più decisivo come fine in ogni azione umana", ha affermato il sindaco Roberto Buda.

Il primo cittadino ha tenuto a ringraziare chiunque "si sia mosso con questo intento nel cuore. L’Amministrazione comunale, dal canto suo, ha inviato una pattuglia della Polizia Municipale sui luoghi colpiti oltre ad alcuni volontari del Radio Soccorso e sono in programma ulteriori iniziative. Importantissimo è stato anche il ruolo svolto dalle Parrocchie della città che hanno raccolto indumenti, materiali e denaro, recapitati direttamente nelle zone colpite dal sisma. Impossibile poi dimenticarsi delle varie realtà associative che instancabilmente hanno donato tempo e fantasia alla causa".

Il 10 giugno Buda ha partecipato all’iniziativa dei cittadini della zona di Villamarina e Gatteo a Mare. "I volontari hanno raccolto, suddiviso ed impacchettato per tutta la giornata ogni genere di materiale riuscendo alla fine ad avere diversi quintali di prodotti consegnati poi nelle zone di Finale Emilia e Mirandola. Da Sindaco non posso far altro che esprimere gratitudine verso iniziative come questa che mi rendono fiero di Cesenatico”, ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Emilia, Buda ringrazia i volontari: "Sono fiero di Cesenatico"
CesenaToday è in caricamento