rotate-mobile
Cronaca

'Teoria gender', l'associazione: "Le nostre affissioni legittime. Non ci faremo tappare la bocca, potenzieremo la nostra azione"

L'associazione: il nostro messaggio è pienamente conforme alla legge, non essendo in alcun modo né violento né discriminatorio né sessista"

"La Cgil pensi a tutelare i lavoratori, i giovani, le famiglie, soprattutto in questo periodo di gravissima e drammatica congiuntura economica e sociale e non a perdere tempo attaccando in modo privo di fondamento le nostre legittime affissioni che denunciano l’indottrinamento gender sui bambini". Così Simone Ortolani, referente del Circolo Territoriale dell’Emilia Romagna di Pro Vita & Famiglia.

"Innanzitutto il nostro messaggio è pienamente conforme alla legge, non essendo in alcun modo né violento né discriminatorio né sessista. In più, come se non bastasse, la Cgil  scade nell’ennesima fake news rilanciata dai nostri detrattori in questi giorni, chiamando in causa una norma inserita nel Codice della Strada. Tale norma non solo non riguarda i nostri manifesti - proprio perché pacifici - ma in ogni caso non sarebbe applicabile perché non ha i decreti attuativi ministeriali previsti dalla stessa e mai emanati. Pertanto, tali disposizioni non sono invocabili nemmeno in astratto per censurare il messaggio di Pro Vita & Famiglia. Le Camere del Lavoro di Cesena, Forlì, Ravenna, Rimini - come hanno annunciato - presentino pure un esposto alle Procure della Repubblica: riceveranno un'amara risposta, perché il nostro messaggio è assolutamente inoffensivo e privo di qualsiasi discriminazione o violenza, tanto che alcuni comuni italiani, come è successo a Pavia, hanno rifiutato di censurarli riconoscendo la piena “libertà di pensiero ed espressione”. Ribadiamo, come già fatto in questi giorni, che non ci faremo tappare la bocca e anzi, potenzieremo ancora di più la nostra azione e la nostra comunicazione, proprio perché pienamente legittima e pacifica nel voler tutelare i bambini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Teoria gender', l'associazione: "Le nostre affissioni legittime. Non ci faremo tappare la bocca, potenzieremo la nostra azione"

CesenaToday è in caricamento