Tentano il furto ma devono scappare, lasciano gli "attrezzi del mestiere" davanti al bar

Sono scappati talmente in fretta che hanno lasciato a terra anche i ferri del mestiere, ferri, tra l'altro, anche abbastanza improvvisati.

E' la seconda volta in 10 mesi che i ladri puntano il bar Mokade, in piazza Franchini Angeloni angolo via Piave, gestito dalle sorelle Debora e Monica. La prima volta il furto è andato a segno e i malviventi hanno portato via qualche spicciolo dal fondo cassa, la notte tra martedì e giovedì, invece, hanno provato in tutti i modi a entrare ma l'arrivo della vigilanza notturna li ha fatti desistere e scappare a gambe levate. 

Sono scappati talmente in fretta che hanno lasciato a terra anche i ferri del mestiere, ferri, tra l'altro, anche abbastanza improvvisati. "Effettivamente - spiega Debora - questa mattina davanti alla porta ho trovato per terra un cavalletto di una bicicletta e un ferro arrotondato. Poi ho visto i segni di tentata effrazione alla porta. Hanno provato a scassinarla in due punti ma senza riuscirci. Poi sono passati alla finestra in alto. Sono ancora visibili le impronte delle mani nel tentativo di entrare da quel pertugio. Ma anche in questo caso non ce l'hanno fatta. Meglio così, anche se alla fine non avrebbero trovato molto da rubare. Almeno non hanno fatto troppi danni per entrare".

Dopo aver visto il tentativo di effrazione le due sorelle hanno chiamato la vigilanza notturna che, effettivamente, ha confermato di essere passata alle 4 e mezzo e ha notato alcuni movimenti strani, ma una volta scesi dall'auto non c'era più nessuno. Sicuramente i ladri, notato l'arrivo dei vigilantes, sono fuggiti di tutta fretta dimenticando anche gli attrezzi per entrare. Sul luogo la Scientifica ha preso le impronte digitali lasciate sul vetro da uno dei malviventi, una preziosa testimonianza che potrà risultare importante in futuro. Dalla modalità di esecuzione, comunque, sembrano ladri improvvisati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vuole pagare la macchina per il caffè 3 euro, sostituisce l'etichetta: il trucchetto finisce con la denuncia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Tragedia al Bufalini, neonata morta: fissata l'autopsia per fare luce sul caso

  • Psicosi da Coronavirus, supermercati presi d'assalto e file chilometriche alle casse

Torna su
CesenaToday è in caricamento