La crisi di lavoro lo porta a interessarsi ai clochard: Angeloni ne racconta vita

Viaggio tra le persone che vivono momenti più o meno lunghi di difficoltà, i senzatetto, quelli che conoscono tutti i menù della Caritas e tutti gli stratagemmi per sbarcare la giornata

Liquidatore assicurativo, giornalista pubblicista, Diego Angeloni è un volto molto conosciuto a Cesena per le sue rubriche sulle tradizioni romagnole e la passione per il teatro dialettale. Ora si presenta sotto la veste di scrittore con un libro molto curioso dal titolo "Te lo do io il barbone" che verrà presentato mercoledì sera (alle 21) al Palazzo del Ridotto. E' un viaggio tra le persone che vivono momenti più o meno lunghi di difficoltà, i senzatetto, quelli che conoscono tutti i menù della Caritas e tutti gli stratagemmi per sbarcare la giornata. 

"Qualche anno fa ho avuto un momento di difficoltà anch'io, legato alla crisi del lavoro, e mi sono reso conto che siamo tutti un po' a rischio e che la possibilità di passare dall'altra parte in una società come la nostra, soprattutto se non hai una rete sociale, composta da genitori o famiglia, solida, non è così remota. Guardandomi intorno mi sono accorto che a essere in difficoltà sono molte più persone di quelle che normalmente si immaginano. Persone che prima conducevano una vita normale e che da un momento all'altro, per la perdita del lavoro, un investimento sbagliato, la separazione dalla moglie, precipitano nel burrone - spiega Diego Angeloni - A quel punto devono iniziare a gestire difficoltà economiche concrete, come mangiare, dove dormire, ma anche la difficoltà emotiva di presentarsi a chiedere aiuto in Comune, agli enti preposti a fare assistenza. Gente che prima girava in città con la propria auto, vestito bene, impegnato nei propri affari, e che ora si lascia andare  su una panchina, depresso, in cerca di aiuto. Il peso del fallimento è molto duro da digerire per chi la vive. La regressione economica, l'arrancare, è molto più pesante della difficoltà economica in sè. E io ne ho incontrati parecchi di laureati, imprenditori, professionisti, gente veramente insospettabile, che da un momento all'altro sono caduti in disgrazia e hanno dovuto fare i conti con una nuova vita".    

Ma Diego Angeloni, pur non disconoscendo le difficoltà che incontra una persona senza una casa, ha voluto alleggerire l'argomento, cogliendo anche alcuni aspetti più divertenti di questa situazione, come la mappa dei luoghi dove si può bere il caffè a pochi centesimi. A Cesena vince un sindacato dove, addirittura, si può bere dalla macchinetta con 35 centesimi. Oppure quel barbone che andava a mangiare al ristorante, non facendosi mancare nulla, e poi alla fine chiamava il 118 fingendo fortissimi dolori alla pancia. Veniva accompagnato sulla barella dallo stesso ristoratore molto preoccupato e senza che facesse riferimento al suo debito. Esistono anche leggende come un notaio di Piacenza che darebbe 50 euro a ogni senzatetto. Sarà vero? O ancora la caccia ai gratta e vinci già grattati. "Ho visto coi miei occhi un barbone vincere 500 euro dopo aver raccolto nel cestino di una tabaccheria un gratta e vinci usato" spiega Diego Angeloni. Il libro, edizioni Stilgraf, godibile e simpatico nonostante tratti un argomento molto serio, andrà a regalare un pasto proprio a loro, ai protagonisti dei queste storie. Chi lo acquista, infatti, (costo 5 euro), provvederà a pagare un pasto alla Caritas. Accanto all’autore interverranno l’Assessora ai Servizi per le persone del Comune di Cesena Simona Benedetti, il Direttore della Caritas Diocesana Ivan Bartoletti Stella e Antonio Dal Muto, che ha firmato le illustrazioni. Coordina l’incontro Francesco Zanotti, direttore del Corriere Cesenate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

Torna su
CesenaToday è in caricamento