rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Tasi, caf intasati per gli Isee. Nessuna sanzione a chi sfora il 16 ottobre

Non subiranno sanzioni, né dovranno pagare interessi i contribuenti cesenati che verseranno la prima rata della Tasi in ritardo rispetto alla scadenza del 16 ottobre. A stabilirlo la delibera approvata dalla Giunta

Non subiranno sanzioni, né dovranno pagare interessi i contribuenti cesenati che verseranno la prima rata della Tasi in ritardo rispetto alla scadenza del 16 ottobre. A stabilirlo la delibera approvata dalla Giunta comunale nella riunione di martedì mattina.

“ Con questo provvedimento - spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco e Assessore al Bilancio Carlo Battistini – abbiamo voluto andare incontro ai cittadini e agevolare l’applicazione delle detrazioni previste. Com’è noto, infatti, per determinare la quota di detrazione di cui si ha diritto è necessario presentare la dichiarazione Isee e, in vista della scadenza di ottobre, i Caf potrebbero avere difficoltà organizzative, come ci hanno segnalato i sindacati. Proprio per evitare problemi, abbiamo deciso di non applicare nessun tipo di onere aggiuntivo per chi pagherà in ritardo la prima rata. Resta invece confermata la scadenza del 16 dicembre per il saldo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasi, caf intasati per gli Isee. Nessuna sanzione a chi sfora il 16 ottobre

CesenaToday è in caricamento