Cronaca Bagno di Romagna

Bagno, tariffa depurazione pagata anche se mancava l'impianto: chiamata alla "class action"

L’indicazione arriva dopo che,  anche con la nuova Amministrazione, per l’ottava volta è stato condannato il Comune al rimborso

Di fatto è una class action locale: a chiamare i cittadini del comune di Bagno di Romagna a raccolta per chiedere il rimborso della tariffa di depurazione, per annualità ormai molto indietro nel tempo (2001-2003) è il circolo del PSI “Allende”. L’indicazione arriva dopo che,  anche con la nuova Amministrazione, per l’ottava volta è stato condannato il Comune. Il Giudice di Pace di Forlì, infatti, con sentenza esecutiva depositata in data 21/09/2016 ha condannato il Comune a corrispondere ad un nuovo gruppo di cittadini l’integrale rimborso degli importi incassati nel periodo 01/01/2001-15/10/2003 quale tariffa di depurazione pretesa, nonostante la mancanza del relativo impianto.

Ricordano dal circolo “Allende”: “Da qualche tempo, sul fondo obbligatoriamente costituito nel quale sarebbero disponibili le somme accantonate per i futuri rimborsi, volteggiano inaccettabili proposte per un diverso utilizzo mentre l’Amministrazione comunale ha inspiegabilmente tenuto nel cassetto dal 24 marzo al 9 Giugno 2016 la risposta al quesito da essa posto all’Agenzia delle Entrate dal quale risulta chiaro che è possibile presentare istanza cumulativa di rimborso da parte di più cittadini con una sola marca da bollo.  In questo preoccupante contesto riteniamo opportuno  informare tutti coloro che in passato hanno ricevuto dall’Ente solo il mini- rimborso riferito a otto mesi (periodo 16/10/2003 - 30/06/2004) sulla possibilità d aderire alla formazione di uno o più gruppi per la presentazione di apposita domanda corredata da una sola marca da bollo riferita a trentatré mesi  (01/01/2001-15/10/2003); presentare in Comune la propria singola domanda  se il rimborso si riferisce ad importi elevati ( in questi casi il costo della marca da bollo incide  relativamente poco); in entrambi i casi fare causa al Comune qualora esso non provveda al rimborso entro trenta giorni”. 

Fino al 31 ottobre, per ogni chiarimento ed assistenza, presso la sede del Circolo S.Allende  in Via Cavour 5 – S.Piero in B. ogni mercoledì dalle ore 9 alle 12   oppure per appuntamento  telefonando al  numero 348 3326107.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagno, tariffa depurazione pagata anche se mancava l'impianto: chiamata alla "class action"

CesenaToday è in caricamento