Targhe in bronzo a tutela della fontana Masini: "E' un bene prezioso da difendere"

"Il recente imbrattamento durante una festa di laurea - sottolinea il sindaco Paolo Lucchi con l’assessore alla Cultura e Turismo Christian Castorri e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - è solo l’ultimo e più grave episodio"

Un'immagine che simula la collocazione delle targhe

“La fontana Masini è un’opera d’arte, non un gioco”: sarà questo il messaggio scritto sulle targhe in bronzo che presto saranno collocate ai piedi del monumento. Contestualmente, nei locali di piazza del Popolo saranno distribuite cartoline che invitano a rispettare il prezioso manufatto. La decisione di avviare queste iniziative è stata presa dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di rendere consapevoli i cittadini e i visitatori di Cesena della necessità di trattare con rispetto lo storico ‘Fonte’, emblema della città.

"Il recente imbrattamento durante una festa di laurea - sottolinea il sindaco Paolo Lucchi con l’assessore alla Cultura e Turismo Christian Castorri e l'assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi - è solo l’ultimo e più grave episodio. Ma, purtroppo, sono frequenti i comportamenti sbagliati che rischiano di danneggiare la fontana: ci sono bambini che vi si arrampicano come se fossero al parco – giochi, e ragazzi che la usano come panchina per chiacchierare o mangiare (e magari, intanto, appoggiano i piedi sulle decorazioni). Per quanto ci riguarda, non vogliamo ‘ingabbiarla’ per non ostacolare la possibilità di avvicinarsi ad essa per ammirarla, ed anche la  Soprintendenza è della stessa idea. Tuttavia, è indubbio che occorra interrompere queste abitudini e per questo abbiamo deciso di puntare, almeno in una prima fase, sull’informazione e sulla sensibilizzazione".

"Ci ha aiutato a individuare le modalità di intervento in questa direzione - proseguono sindaco e assessori - il suggerimento di un cittadino, precisamente il signor Mauro Mazzotti, arrivato via mail. Il signor Mazzotti fa un’osservazione molto semplice: forse i comportamenti sbagliati dipendono dal fatto che presso la fontana non ci sono cartelli di ammonimento; e visto che, spesso, i genitori dei bambini che giocano con la fontana sono avventori dei locali della piazza, perché non chiedere la collaborazione degli esercenti per far conoscere le caratteristiche del monumento e dare indicazioni sul modo di approccio più corretto? Ci è sembrata un’ottima proposta e ci siamo attivati per tradurla in pratica".

Così, nei prossimi giorni, a tutti i bar e i ristoranti affacciati su piazza del Popolo saranno distribuite cartoline con l’immagine del monumento, una sua breve descrizione e, soprattutto, con lo slogan “Fontana Masini: un bene prezioso da rispettare”, in modo che le possano distribuire ai loro clienti. Nel frattempo, il settore Edilizia Pubblica del Comune si è attivato per predisporre quattro targhe in bronzo con la dicitura “Fontana Masini, 1583. E’ un’opera d’arte, non un gioco”, che appena pronte saranno sistemate a terra ai quattro lati della fontana: chi si avvicinerà non potrà fare a meno di leggerle. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento