"Tanti al lavoro per garantirci un Ferragosto sicuro e sereno": gli auguri del sindaco

Esordisce così il sindaco Paolo Lucchi negli auguri di buon ferragosto.

"Per tanti di noi Ferragosto è un giorno di riposo, da passare serenamente in famiglia e con gli amici, magari sotto l'ombrellone, in riva al mare, o con una gita nelle nostre splendide colline. Ma, è sempre bene ricordarselo, non sarà così per tutti.  Per molti, infatti, il Ferragosto sarà una normale giornata di lavoro.  Penso a chi opera per la nostra sicurezza (Carabinieri, addetti di Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Vigili del Fuoco) e nella sanità (nei suoi ambiti di pronto soccorso e di gestione dei ricoveri), soprattutto". Esordisce così il sindaco Paolo Lucchi negli auguri di buon ferragosto.

"Spesso percepiamo le loro come presenze invisibili, mentre invece a quelle donne ed a quegli uomini dobbiamo molta parte della nostra tranquillità. Così come certamente non vanno dimenticati i cesenati impegnati in quei servizi commerciali e di supporto, indispensabili per garantirci la serenità alla quale tutti ambiamo, ma che mi auguro oggi siano numericamente limitati al minimo indispensabile, anche se purtroppo le normative nazionali che regolano le aperture degli esercizi commerciali hanno lasciato spazio ad una deregulation che personalmente ritengo sbagliata, come più volte denunciato anche dai sindacati dei lavoratori".

"La giornata di Ferragosto sarà anche di stop temporaneo per la macchina organizzativa che da settimane si sta dedicando anima e corpo alla prossima visita di Papa Francesco a Cesena, prevista per il 1 ottobre - chiosa -. Tanti, anche in questi giorni, si sono candidati per la gestione dei servizi di assistenza previsti in quella giornata (296 aderendo all'albo appositamente predisposto dal Comune di Cesena; circa 200 selezionati nell'ambito del volontariato e dell'Associazionismo della Diocesi; alcune centinaia dalle Protezioni civili di buona parte dell'Emilia-Romagna). E lo hanno fatto consapevoli di come li attenda un percorso di formazione obbligatorio, organizzato in collaborazione con le forze dell'ordine; una giornata lunghissima di impegno, poiché è previsto che il 1 ottobre sin dalle 4,00 del mattino ognuno dovrà essere già pronto ad intervenire, nei luoghi e per i compiti assegnati, che dovranno essere presidiati sino alla ripartenza dell'ultimo dei visitatori; la gestione delle tensioni che, inevitabilmente, ci caratterizzeranno per molte ore".

"Eppure nessuno ne pare spaventato ed anzi tanti - a partire dai volontari candidatisi da tutta la Romagna ma anche da Lamezia, Bergamo, Torino, San Donato milanese - anche in queste ore hanno inviato mail per confermare di essere pronti a mettersi al servizio delle decine di migliaia di persone che il 1 ottobre vorranno vivere le emozioni che Papa Francesco saprà regalarci percorrendo le vie di Cesena - prosegue il primo cittadino - certamente l'imponente organizzazione che si sta sedimentando ogni giorno di più, ha trasformato questa fase di lavoro preparatorio in una positiva esperienza di vita per tanti. Di questo voglio molto ringraziare, anche a nome del nostro vescovo Douglas Regattieri (alla cui grande capacità personale si deve la visita del Papa), il Prefetto Rocco de Marinis, il questore Bignardi, il comandante provinciale dei Carabinieri Politi, il gruppo di lavoro composto dai Dirigenti comunali, coordinato dal Segretario generale Mei e dal comandante della Polizia Municipale Colloredo. Assieme, in stretta collaborazione con i rappresentanti della Diocesi, stiamo concretamente operando per supportare la macchina organizzativa e, per questo, sin dal primo momento, con le rispettive strutture di riferimento, tutti si sono messi a disposizione della nostra comunità, prevedendo una collaborazione che rispetterà completamente i canoni motivatamente impostici dalla attentissima Gendarmeria Vaticana. Quindi festeggeremo il Ferragosto, ma molti di noi avranno la mente già rivolta agli impegni del 1 ottobre. 
Il ringraziamento di tutti i cesenati e mio personale va a chi che, in entrambe le giornate, sacrificherà i propri impegni personali e famigliari, per dedicarsi a tutti noi. A loro sappiamo di dovere molto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento