Taglio del nastro e apertura di Via Saffi a San Piero in Bagno

“La programmazione dell’intervento – ha ricordato Baccini – infatti, è maturata proprio a seguito di un confronto con i cittadini residenti, a cui seguì poi una serie di sopralluoghi che confermarono la gravità della situazione, in particolare relativa allo scarico delle acque meteoriche”

Dopo l’inaugurazione del campo sportivo polivalente avvenuta sabato mattina a San Piero in Bagno, lunedì è stata la volta di Via Saffi, ove l’amministrazione comunale di Bagno di Romagna insieme ai cittadini ha inaugurato la realizzazione delle opere di riqualificazione della strada, che con l’occasione è stata aperta al traffico veicolare. Il taglio del nastro del Sindaco Marco Baccini ha preceduto un brindisi conviviale con i cittadini intervenuti ed i residenti di Via Saffi. Presenti insieme al Sindaco anche il Vice-Sindaco Enrico Spighi, il Responsabile del Settore Lavori Pubblici Stefano Bottari.

“L’apertura al pubblico transito di Via Saffi nella sua veste riqualificata - ha spiegato Baccini - rappresenta per l’amministrazione comunale un doppio motivo di soddisfazione. Da un parte, l’apertura segna per tutti il ritorno ad una situazione di normalità e di maggior fluidità del traffico urbano. Dall’altra, la realizzazione del progetto di riqualificazione ci consegna un’area urbana completamente rinnovata ed ordinata, dotata di nuove reti impiantistiche e di un nuova profilatura del piano viabile utili a risolvere le problematiche ed i disagi dei residenti”.

"La programmazione dell’intervento - ha ricordato Baccini - infatti, è maturata proprio a seguito di un confronto con i cittadini residenti, a cui seguì poi una serie di sopralluoghi che confermarono la gravità della situazione, in particolare relativa allo scarico delle acque meteoriche”. “Siamo lieti di poter dimostrare il nostro impegno alla soluzione dei problemi posti ed auspichiamo che l’intervento sia apprezzato e, d’altra parte, rispettato e custodito affinchè si mantenga a lungo”, ha evidenziato. Il sindaco ha poi ringraziato l’Ufficio Lavori Pubblici del Comune, che ha curato la progettazione e in particolare il geom. Pierluigi Bovicelli che ha seguito la Direzione dei Lavori, il geom. Maximiliano Falerni per il coordinamento della sicurezza, le ditte CBR di Rimini, Nanni Giorgio, Elettrotek ed Emmea, che hanno curato la realizzazione delle opere, Hera e Adriagas che invece sono intervenute per la riqualificazione delle reti impiantistiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Scuole aperte o chiuse? "Ritorno progressivo alla normalità". Decisione dopo l'incontro coi sindaci

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

Torna su
CesenaToday è in caricamento