Emergenza casa, boccata d'ossigeno: dopo due anni ritorna il contributo per l'affitto

Entro il 23 gennaio 2015 i residenti di Cesena che vivono in affitto potranno presentare domanda per i contributi stanziati dal fondo che mira a dare un sostegno a quelle famiglie che si trovano in difficoltà a pagare affitti troppo alti rispetto al reddito

Entro il 23 gennaio 2015 i residenti di Cesena che vivono in affitto potranno presentare domanda per i contributi stanziati dal “Fondo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione”  per l’anno 2014, che mira a dare un sostegno a quelle famiglie che si trovano in difficoltà a pagare canoni di locazione troppo elevati rispetto alle loro condizioni economiche. Il Fondo, destinato alle città ad alta tensione abitativa torna a essere finanziato dalla Regione dopo due anni di stop: l’ultimo bando, infatti, risale al 2011. Allora furono accolte 888 delle 952 domande pervenute, per un importo massimo di 700 euro circa a famiglia.

Con il bando 2014, i fondi a disposizione sono 393.470 euro, di cui 342mila finanziati dalla Regione e 51mila messi a disposizione dal Comune di Cesena. “Ci conforta il ritorno del Fondo per l’affitto – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Servizi per le Persone Simona Benedetti – perché il suo mancato finanziamento negli ultimi due anni ci ha privato di uno strumento importantissimo per affrontare il problema dell’emergenza abitativa, che invece, purtroppo, si è acuito, come testimonia il drammatico incremento degli sfratti esecutivi. Per far fronte a questa situazione, dal 2012 abbiamo attivato misure straordinarie destinate alle persone in situazione di grave difficoltà economica che non riescono a far fronte alle spese della casa  (a rischio sfratto o sfratto eseguito, morosità pagamento canone, taglio utenze ecc..): solo nel 2013 abbiamo aiutato 400 persone per un ammontare di  340.000 euro”.

Possono fare domanda di contributo per l’affitto tutti i cittadini residenti a Cesena: italiani, comunitari, extracomunitari (questi ultimi devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno della durata di almeno un anno, e avere la residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale oppure da almeno cinque anni nella Regione Emilia Romagna). Requisito indispensabile è la titolarità di un regolare contratto di locazione ad uso abitativo registrato presso l’Agenzia delle Entrate (oppure di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di cooperativa con esclusione della clausola della proprietà differita).

Sono esclusi gli assegnatari di alloggi di edilizia popolare o di alloggi comunali e chi ha beneficiato nel corso del 2014 di un altro tipo di contributo per l’emergenza abitativa o per la morosità incolpevole. Inoltre, il valore Ise (Indicatore della situazione economica) del nucleo familiare non deve superare i 34.308,60 euro, e anche l’incidenza del canone sul valore Ise e Isee è un elemento determinante per l’ammissione al contributo.

Il bando completo può essere consultato sul sito del Comune di Cesena e su quello dell’Unione. Chi avesse bisogno di assistenza nella compilazione della domanda potrà rivolgersi ai CAF convenzionati,  fissando preventivamente  un appuntamento telefonico. Attenzione: vanno presentate solo le dichiarazioni Isee compilate dal Caf entro il 31 dicembre 2014.

Di seguito l’elenco dei Caf convenzionti

    CAAF CISL - Via R. Serra n. 18
    CAAF UIL - Via N. Dell’amore n. 42/A
    Teorema di Cesena srl convenzionata CAAF CGIL Emilia Romagna - Via T. M. Plauto, n. 110
    CAAF CNA - Piazza Leonardo Sciascia, 224
    CAAF ACLI - Via Molino Palazzo, 18
    CAF CIA, C.A.M. COOP. AGRICOLTURA MODERNA – Via Rasi Spinelli, 160
    CAF Confartigianato srl, convenzionato con Federimpresa srl – Via Ilaria Alpi, 49
    CAF A.N.M.I.L. – Sede di Cesena: Via Pistoia, 58 c/o sede Quartiere Oltresavio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento