menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riattivava l'Rc auto dopo i controlli della PolStrada: lo "Street Control" smaschera assicuratore

In alcuni casi infatti il conducente, al quale è stata contestata l’infrazione, dopo aver chiamato celermente il proprio assicuratore, si è visto riattivata la polizza nella stessa giornata del controllo

Riprende e fotografa le targhe dei mezzi in strada. Addirittura 100 al secondo nel raggio massimo di 20 metri. Il "Street Control" da alcuni mesi è nelle disponibilità della Sezione Speciale del Caps di Cesena. Si tratta di uno strumento dotato di un tablet con Gps e telecamera che utilizza un applicativo multifunzione in grado di riconoscere le targhe dei veicoli circolanti. Grazie a questo sistema sono state elevate dall'inizio dell'anno 90 infrazioni per l’inosservanza alla periodica visita di revisione e 22 infrazioni per la mancata copertura assicurativa con il previsto sequestro amministrativo, ai fini della confisca, del mezzo.

E' inoltre emerso un preoccupante fenomeno legato alle polizze assicurative sospese dalla compagnia a seguito di richiesta da parte del cliente o per il mancato pagamento della rata semestrale. In alcuni casi infatti il conducente, al quale è stata contestata l’infrazione, dopo aver chiamato celermente il proprio assicuratore, si è visto riattivata la polizza nella stessa giornata del controllo contestando quanto rilevato regolarmente dallo Street Control. Questo nuovo fenomeno, che permette di fatto di circolare senza copertura e di porre rimedio solo in caso di necessità, è stato oggetto di particolari attenzione e verifiche dal Caps, individuando nell’assicuratore il reato di "falso in atto pubblico" e non solo la responsabilità civile nell’eventuale risarcimento del danno in caso di incidente stradale. 

L'ultimo caso

In particolare nei giorni scorsi il conducente di un veicolo sanzionato in quanto non coperto da assicurazione dall’agosto scorso si è presentato il giorno successivo negli uffici della Sezione Speciale del Caps esibendo un certificato e contrassegno assicurativo in originale attestante l’inizio di validità della copertura assicurativa dalle ore 00.01 del giorno precedente pretendendo di non essere sanzionato e la restituzione immediata del veicolo in quanto al momento del controllo avvenuto nel pomeriggio il veicolo era già coperto da assicurazione dalla mezzanotte.

Gli operatori della squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Speciale del Centro, si sono recati immediatamente nella sede dell’agenzia cesenate per verificare il registro degli incassi relativo alla giornata dal quale è emerso che verso le 16 era stato registrato l’incasso ed era stata emessa una polizza relativa all’auto in esame, con un orario antecedente e non veritiero al fine di eludere gli atti relativi alla sanzione che gli operatori avevano contestato. In considerazione di quanto appurato il certificato assicurativo è stat sequestrato in quanto attestante falsamente la copertura assicurativa mentre il titolare è stato denunciato per "falsità ideologica in atto pubblico".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento