rotate-mobile
Strade

Strade provinciali, dal Pnrr arrivano 1,4 milioni di euro: in primavera i primi lavori

Nelle prossime settimane - afferma il presidente della Provincia Enzo Lattuca – convocherò l’Assemblea dei Sindaci dei 9 Comuni coinvolti per programmare insieme, in una logica di comunità, come investire la somma"

Primo finanziamento per l’Area Interna dell’Appennino Cesenate e Forlivese, costituita dai 9 Comuni di Civitella di Romagna, Galeata, Portico e San Benedetto, Premilcuore, Rocca San Casciano, Santa Sofia, Tredozio, Bagno di Romagna e Verghereto.  Nell’ambito del Pnrr, il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilita? Sostenibili (Mims) ha approvato il decreto di riparto di 50 milioni di euro per gli anni 2023 e 2024 destinati ad interventi straordinari di manutenzione delle reti stradali relative alle 43 Aree Interne italiane.

In concreto, per l’Area Interna dell’Appennino della Provincia di Forlì-Cesena si tratta del primo finanziamento di 1.430.501 euro (572.200 euro per il 2023 e 858.301 per il 2024). Con queste risorse potranno essere finanziati interventi che assicurino il miglioramento dell’accessibilità delle aree interne, inquadrati in un piano organico di miglioramento delle condizioni del trasporto e possono riguardare strade di competenza regionale, provinciale o comunale. 

La Provincia è individuata come soggetto attuatore, ed è quindi chiamata sia a ricevere il finanziamento che ad occuparsi della progettazione e della realizzazione degli interventi, d’intesa con i Comuni interessati. Secondo i tempi stabiliti dal decreto, il programma degli interventi andrà presentato entro il prossimo mese di marzo, ed i lavori avviati nella primavera seguente.

"Si tratta di un primo finanziamento, che – seppur di dimensioni non esaltanti – ci conferma il carattere strategico del lavoro svolto affinché il nostro Appennino venisse riconosciuto tra le 43 Aree Interne del Paese - commentano Marco Baccini e Daniele Valbonesi, consiglieri delegati alle politiche per la montagna e le aree interne.- Un lavoro di coordinamento e cooperazione che ha unito i sindaci dei 9 Comuni e la Provincia nella predisposizione di un progetto unitario di sviluppo, che ha raggiunto l’obiettivo perseguito".

"Al riguardo, intendiamo esprimere un ringraziamento alla Regione Emilia-Romagna che ci ha sostenuto fattivamente, alla Fondazione Cassa di Risparmi di Forlì che ci ha supportato ed al Governo Draghi che si e? speso affinché venisse riconosciuta l’Area Interna dell’Appennino Cesenate e Forlivese - proseguono -. Riconoscimento che oggi ci permette di concorrere alla Strategia Nazionale per le Aree Interne (Snai) che mira a contrastare la marginalizzazione ed i fenomeni di spopolamento tipici delle aree interne del nostro Paese con investimenti sulla promozione e sulla tutela della ricchezza del territorio e delle comunità locali, valorizzandone le risorse naturali e culturali, creando nuovi circuiti occupazionali e nuove opportunità".

"Per rendere le aree interne “più vicine” bisogna partire dagli investimenti sulle strade. Nelle prossime settimane - conclude il presidente della Provincia Enzo Lattuca – convocherò l’Assemblea dei Sindaci dei 9 Comuni coinvolti per programmare insieme, in una logica di comunità, come investire il milione e quattrocento mila euro in arrivo dal Ministero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade provinciali, dal Pnrr arrivano 1,4 milioni di euro: in primavera i primi lavori

CesenaToday è in caricamento