menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strade e manutenzione straordinaria: la Provincia potrà investire oltre 17 milioni di euro

Grazie alle diverse linee di finanziamento messe a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la Provincia potrà investire nei prossimi anni più di 17 milioni

Nei giorni scorsi alla presenza dei sindaci dei due capoluoghi, dei Rappresentanti delle tre Unioni e dei Consiglieri Delegati alla viabilità per l’area forlivese e cesenate, rispettivamente Daniele Valbonesi e Matteo Gozzoli, il Servizio Tecnico della Provincia ha presentato, a conclusione2 di un percorso di condivisione e di confronto con i primi cittadini del territorio, i criteri generali per l'individuazione degli interventi ai fini della formulazione del Piano per la programmazione delle opere di manutenzione straordinaria delle strade provinciali valido per il triennio 2021-2024".

Grazie alle diverse linee di finanziamento messe a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la Provincia potrà investire nei prossimi anni più di 17 milioni, oltre ad altri fondi già destinati ad opere strategiche, finalizzati a garantire la sicurezza, la riduzione del rischio e la qualità della circolazione extraurbana. Le tipologie degli interventi finanziabili con i fondi ministeriali riguardano principalmente le pavimentazioni, i dispositivi di ritenuta, la segnaletica e gli interventi di stabilità dei pendii (frane).

Tra gli interventi di carattere puntuale si segnalano la messa in sicurezza del viadotto al chilometro 6+000 della SP 9 “Cesena-Sogliano” per un importo di un milione di euro, l'adeguamento idraulico del ponte sul torrente Bevano a Casemurate lungo la Provinciale 2 “di Cervia” per un importo di 1,2  milioni di euro, la messa in sicurezza del ponte sul fosso della Spina al km 9+500 sulla Provinciale 137 "Tiberina" per 700mila euro, della messa in sicurezza del ponte sul fiume Bidente - Provinciale 4 "Del Bidente"-  per un milione di euro, l'allargamento della carreggiata Provinciale 123 "Ponte Pietra-Sala" e Provinciale 70 "Ruffio 2” dal chilometro 1+400 al chilometro 1+600 e della contestuale realizzazione di una rotatoria all'incrocio con la Provinciale 70 “Ruffio” per complessivi  600mila euro.

Per gli ulteriori interventi, non ancora singolarmente individuati ma aggregati dal Servizio tecnico provinciale per tipologia, sono stati programmati, nel prossimo triennio, la maggior parte degli investimenti. Per i lavori di manutenzione straordinaria sulle strade cesenati e su quelle forlivesi sono stati previsti circa 8,4 milioni euro equamente suddivisi, per i lavori di pavimentazione sono stati assegnati altri 8,6 milioni di euro e per i lavori di segnaletica 350mila euro. 

Per semplificare la parte amministrativa si ricorre ad alcune scelte innovative, quali  ad esempio gli Accordi Quadro, che permetteranno oltre ad un significativo risparmio di tempo e di risorse anche una risposta rapida ed efficace alle esigenze del territorio mentre per agevolare la comunicazione istituzionale verrà realizzato uno strumento informativo utile alla gestione delle segnalazioni inoltrate dai Comuni del territorio. Verrà presentata, poi, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la richiesta di accorpare linee di finanziamento fra loro diverse in modo da ridurre considerevolmente il numero delle procedure di gara nell'intero periodo di programmazione. La verifica periodica sullo stato di attuazione delle opere programmate consentirà, infine, di tenere sotto controllo le tempistiche e le modalità di svolgimento degli interventi in corso d'opera.

"Le strade provinciali vivono una fase difficile a causa dei tagli che negli ultimi anni hanno visto ridursi le risorse a disposizioni dell'ente - afferma Valbonesi -. Ora con questi finanziamenti messi a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è possibile riprendere l'attività di cui necessitano le nostre arterie stradali. Da una parte la necessaria manutenzione straordinaria, dall'altra la possibilità di intervenire con miglioramenti e nuove opere che attendono da anni. Per il forlivese voglio sottolineare con soddisfazione le risorse destinate alla “Cervese” (Provinciale 2 di “Cervia”), e alla “Bidentina” (Provinciale 4 “Del Bidente”), che per traffico e per numero di incidenti sono le strade maggiormente sotto pressione nel nostro territorio".

"Finalmente dopo anni difficili a causa della scarsità di risorse, grazie ai fondi assegnati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti alla nostra Provincia, siamo in grado di definire una programmazione pluriennale che tiene insieme la manutenzione delle infrastrutture stradali e interventi più specifici per la realizzazione o il rifacimento di opere quali ponti viadotti e rotonde - prosegue Gozzoli -. Ringrazio i tecnici della Provincia per il lavoro svolto sinora, ora c'è la possibilità di iniziare a fornire risposte concrete ai territori".

Come abbiamo evidenziato la manutenzione delle strade provinciali - conclude il presidente della Provincia, Gabriele Antonio Fratto - è una priorità per questa Amministrazione, non sono sicuro di poter parlare compiutamente di un progetto ambizioso, perché altri sono gli asset che dovremo sviluppare, ma sono arrivati molti fondi che intendiamo investire con l'obiettivo di mettere e di mantenere in sicurezza le nostre infrastrutture e i nostri edifici. I tecnici provinciali sono già al lavoro. A conclusione degli interventi di manutenzione sono sicuro che saremo pronti per continuare a sostenere le sfide per il futuro della nostra comunità provinciale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento