menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop alla movida per i malviventi, locali pubblici off limits per spacciatori e pregiudicati

Il Questore, da adesso, può disporre il divieto di accesso ai pubblici esercizi o ai locali di pubblico trattenimento presenti nel territorio dell'intera provincia

Scatta lo stop alla movida per i malviventi e, con l'entrata in vigore del Decreto legge 130 del 2020, arriva una sorta di Daspo per spacciatori e pregidicati che non potranno più entrare nei locali pubblici. Un forte inasprimento che va a colpire sia gli spacciatori che i facinorosi resisi responabili di risse. Con la nuova legge, infatti, non è necessaria una condanna definitiva ma basta che negli ultimi 3 anni una persona sia stata semplicemente denunciata per la vendita di sostanze stupefacenti all'interno o nelle immediate  vicinanze  di scuole, plessi scolastici, sedi  universitarie, locali  pubblici o aperti al pubblico o abbia partecipato a disordini con danni alle persone o al patrimonio. 

Il Questore, da adesso, può disporre il divieto di accesso ai pubblici esercizi o ai locali di pubblico trattenimento presenti nel territorio dell'intera provincia nei confronti delle persone che sono state poste in stato di arresto o di fermo convalidato dall'autorità giudiziaria. Il provvedimento comprende anche il divieto di stazionamento nelle immediate vicinanze dei pubblici esercizi e dei locali di pubblico trattenimento ai quali è vietato l'accesso e l'inosservanza è punita con l'arresto da sei mesi a due anni e con la  multa da 8.000 a 20.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento