"Stefania abita al piano di sopra”, ecco il sesto romanzo del cesenate Alvaro Collini

Completato, dopo un anno di lavoro, e presente nelle librerie italiane il sesto romanzo dello scrittore cesenate Alvaro Collini dal titolo “Stefania Abita al Piano di Sopra”  edito da Leone Editore.

Completato, dopo un anno di lavoro, e presente nelle librerie italiane il sesto romanzo dello scrittore cesenate Alvaro Collini dal titolo “Stefania Abita al Piano di Sopra”  edito da Leone Editore. Un volume che si legge tutto d'un fiato per la freschezza della storia, per il tratteggio psicologico dei personaggi, per i luoghi dove è ambientato e soprattutto perchè descrive l'amicizia, quella con la “A” maiuscola senza inganno o infingimento, fra un uomo e una donna ancora giovani, ma ormai prossimi alla maturità. Alvaro Collini, da sempre abitante a Sant'Egidio, ha voluto ambientare la scena proprio in questa frazione popolosa di Cesena e riferirsi anche a Pinarella luogo deputato dai cesenati per passare una giornata al mare.

La storia, anche di sangue, non è certo un romanzo giallo, bensì il racconto si snoda nell'amicizia tra Enrico e Stefania, abitanti nello stesso condominio, ma mai andati oltre al buongiorno e buonasera, nata in maniera particolare incontrandosi spesso facendo footing sulla spiaggia di Pinarella. Prossimi ambedue ai quarant'anni e con esperienze e scelte di vita differenti seppure nella logica delle persone normali, quindi niente femmine fatali o agenti segreti in libera uscita, ciascuno porta dentro di sé segreti, speranze, obiettivi e  sogni. Il tratteggio psicologico di questa amicizia è l'aspetto principale su cui ruota tutta la vicenda ed è qui che l'autore dà il meglio di sè . Sembra quasi, via via che prosegue la lettura, che lo scrittore voglia chiedersi se può esistere veramente un' amicizia tra uomo e una donna come  solo un'altra volta la si è sentita nelle parole della canzone di Lucio Battisti “Una donna per amico”.

Per Alvaro Collini questa esiste e lo prova narrando una vicenda umana sofferta  che  va molto al di là degli eventi traumatici e sanguinari che portano Stefania a pagare per tutta la vita il suo errore . “Una storia nata così per caso- dice Alvaro Collini- venutami in mente per strada e subito a casa scritta per sommi capi sul computer. Poi una lunga meditazione per strutturate le varie parti e qui mi è venuto in aiuto il luogo dove abito e la mia amata Sant'Egidio, infine una documentazione particolare sulle regole carcerarie proprio per non creare errori nel descrivere la parte finale che completa un dramma umano dove alterne sfaccettature si alternano fra loro”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento