Il blogger Davide Fabbri diventa una statuetta a forma di San Giovanni Battista

L'artista Patrizio Virzì che ha realizzato una statuetta in cui ha vestito il cesenate con il mantello verde

Giovanni Battista annunciò Gesù Cristo e per questo morì decapitato. Come l'ultimo dei profeti dell'Antico Testamento pagò a caro prezzo la sua testimonianza, anche Davide Fabbri, ex consigliere comunale ora blogger indipendente, ha le sue grane da scontare, fatte di querele per diffamazione a mezzo stampa e di un palpabile astio nei suo confronti da parte di chi gestisce il potere. Un paragone sicuramente un po' ardito, e che potrebbe anche non rivelarsi corretto (la verità per emergere spesso ha tempi lunghi) ma che se viene letto con leggerezza e simpatia si presta a spiegare qualcosa di più del fenomeno Fabbri, eletto dai lettori del quotidiano di Cesena "Il Resto del Carlino" il cesenate dell'anno.

A sottolineare questa somiglianza tra Fabbri e Giovanni Battista è stato l'artista Patrizio Virzì che ha realizzato una statuetta in cui ha vestito il cesenate con il mantello verde e, ritraendolo con occhiali moderni e l'indice alzato, gli ha messo in mano il classico bastone usato nel deserto. Un Fabbri profeta, ma più che altro, un Fabbri che urla la sua verità nonostante tutto e tutti. La statuetta è stata consegnata al blogger venerdì sera nella sala del teatro S.Stefano in una sala di oltre 100 persone piena di amici e di affezionati frequentatori delle cene conviviali finalizzate a raccogliere fondi per pagare le querele di Fabbri. Ricordiamo che ill 2017 e' stato un anno tremendo per il blogger. Ha subito tre denunce: la prima era una richiesta di risarcimento danni in sede civile: 300.000 euro richiesti da Bruno Piraccini, ex presidente della Fondazione Cassa Risparmio Cesena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La causa e' stata chiusa prima dell'inizio del processo, in sede di mediazione. La seconda una querela in sede penale. Reato di diffamazione a mezzo stampa. Vincenzo Minzoni, ex presidente del Collegio Revisori dei Conti della Cassa Risparmio Cesena. La sua querela e' stata archiviata per ben due volte, dal PM e dal GIP. "Fabbri ha esercitato legittimamente il diritto di cronaca politica e informativa". Questo e' scritto nelle ordinanze del tribunale di Forlì. E la terza, la più importante e imponente. Conad gli chiede in sede civile 1 milione di euro di risarcimento danni a seguito di una quindicina di articoli di critica dell'espansione commerciale del Conad Montefiore. Prossima udienza del processo civile: febbraio 2020. Durante la serata di venerdì, in occasione della consegna della statuetta, il poeta cesenate Luigi Riceputi ha commentato così: "E' la rappresentazione della "voce di chi grida nel deserto", propria di ogni profeta sacro e profano, capace con essa di "percuotere le alte cime" dei potenti." 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura in A14, un camion si ribalta sul fianco della carreggiata: perde la vita un cavallo

  • Rischio temporali tra sabato e domenica, l'allerta meteo della Protezione civile

  • Paura in autostrada, il camion Hera prende fuoco: l'autista si rifugia nella corsia d'emergenza

  • Ancora un incidente, scontro frontale all'incrocio: il centauro finisce all'ospedale

  • Borghese avvistato in riviera, per il suo programma "4 ristoranti" spunta un locale di Cesenatico

  • Paura al Porto canale, scivola accidentalmente in acqua: soccorso dalla Polizia

Torna su
CesenaToday è in caricamento