Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Fai la tua squadra di prostitute e falle a pezzi, Bianconi (Ncd): "Gioco aberrante"

La politica protesta contro il sito 'Squillogame'. E' la senatrice del Ncd Laura Bianconi a guidare la battaglia. 'Squillogame' è un sito, a cui è facilissimo accedere, in cui si può giocare in modo "singolare"

La politica protesta contro il sito 'Squillogame'. E' la senatrice del Ncd Laura Bianconi a guidare la battaglia. 'Squillogame' è un sito, a cui è facilissimo accedere, basta dichiarare di essere maggiorenni, in cui si può giocare in modo singolare: dopo aver acquistato le carte si diventa proprietari di una scuderia di ragazze da far prostituire, e se questo non basta per vincere si possono vendere organi e altre parti del corpo delle ragazze nonché sottoporle a pratiche sessuali non “convenzionali”.

Durisssimo il giudizio di Laura Bianconi: “Raccapricciante e abominevole e, purtroppo, facilmente accessibile, soprattutto da chi non ha ancora maturato solidi criteri di giudizio nei confronti di questo tipo di proposte”. Per questo la senatrice Laura Bianconi, vicepresidente vicario del gruppo Nuovo Centrodestra, ha presentato un'interrogazione al presidente del Consiglio ed ai ministri dell'Interno, dell'Economia e delle Finanze, dello Sviluppo economico, della Salute e delle Pari Opportunità, in cui chiede – spiega - “di contrastare la vendita e la diffusione di giochi che sviliscono la dignità femminile e instillano in chi li pratica la considerazione che la normalità dei comportamenti umani sia costituita da pratiche violente e trasgressive”.

"Già nell'ottobre del 2012 - spiega la senatrice - avevo indirizzato una lettera al presidente del Senato ed al presidente del Consiglio ed ai ministri competenti per chiedere l’oscuramento del sito squillogame, nonché di inibire la vendita del gioco che veniva commercializzato. A tutt’oggi il sito, oltre a essere ancora attivo – sottolinea Bianconi - risulta aver ampliato la gamma di offerta con giochi, quali Squillo Pappa (1° edizione, esaurita), Squillo Deluxe e Squillo Bordello d’Oriente".

"In particolare - continua la vicepresidente Bianconi - il giocatore ricopre il ruolo di sfruttatore ed accumula punteggi, per esempio, dall'uccisione e conseguente vendita di organi delle donne della sua scuderia. E' evidente che dietro una dimensione ludica si cela un messaggio equivoco, che incita alla mercificazione del corpo femminile, alla vendita di organi umani, all'uso di eroina e antidepressivi, a pratiche sessuali contro natura. Pur nella consapevolezza della dimensione astratta del gioco, si evoca, quindi, l'istigazione a delinquere e/o di apologia del reato, esaltando la commissione di gravi reati, come lo sfruttamento e l'induzione alla prostituzione, l'omicidio, la vendita di organi e lo spaccio di stupefacenti".

"E' evidente perciò che ci siano numerosi profili di censurabilità e di contrasto con i principi e le norme del nostro ordinamento, che suscitano, anche, sdegno morale e minano le basilari regole della convivenza civile e del rispetto della dignità femminile. Da qui la necessità di un intervento che contrasti e vieti la vendita di simili giochi".

“Mi auguro – conclude Bianconi – che la mia iniziativa possa scuotere le coscienze ed estendersi oltre gli ambiti delle Aule parlamentari. Per questo auspico che quante più persone possibili vengano a conoscenza di questa realtà e a loro volta facciano sentire la loro voce affinché il sito venga al più presto oscurato. Quando accadono episodi drammatici che hanno per vittime le donne, ci si attiva per chiedere misure e interventi che contrastino tali fenomeni, ma non dobbiamo dimenticare che la prima forma di prevenzione è l’educazione, soprattutto delle giovani generazioni, al rispetto della vita e della dignità delle persone”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fai la tua squadra di prostitute e falle a pezzi, Bianconi (Ncd): "Gioco aberrante"

CesenaToday è in caricamento