rotate-mobile
Cronaca

Comune "oculato": per cerimonie e rappresentanza spende 3.600 euro

Cesena si aggiudica la palma di Comune più oculato per le spese di rappresentanza: nel 2013 ha destinato a questo scopo poco più di 3600 euro, nel 2012 appena 897 euro. A fare il confronto è una nota del Comune

Cesena si aggiudica la palma di Comune più oculato per le spese di rappresentanza: nel 2013 ha destinato a questo scopo poco più di 3600 euro, nel 2012 appena 897 euro. A fare il confronto è una nota del Comune: “Cifre decisamente contenute, ben al di sotto degli importi registrati negli altri Comuni capoluogo dell’Emilia Romagna. A indicarlo il “Monitoraggio delle spese di rappresentanza sostenute dagli enti dell’Emilia-Romagna negli anni 2012-2013” della sezione regionale della Corte dei Conti”.

Il Sindaco Paolo Lucchi ha voluto condividere questi risultati con il Consiglio comunale: lo ha fatto con una comunicazione inviata a tutti i consiglieri nella qual non solo riepiloga gli esiti delle verifiche effettuate dalla Corte dei Conti, ma fornisce anche i dettagli relativi all’impiego delle somme stanziate e aggiunge i dati relativi al 2014. Così, risulta che gli 897 del 2012 sono serviti per le cerimonie legate alle ricorrenze del Giorno della Memoria, del 25 aprile e del 4 novembre (manifesti e ospitalità relatori), per alcuni manifesti funebri e per un pranzo istituzionale.

Nel 2013, la somma è stata utilizzata per l’acquisto di libri e omaggi per i visitatori istituzionali oltre per alcuni piccoli rinfreschi legati ad alcune iniziative in occasione del lancio di Cesena Città Europea dello Sport. E anche il 2014 si pone nel solco della sobrietà: per le spese di rappresentanza sono andati 912 euro, serviti soprattutto per la realizzazione delle spille istituzionali del Comune e, in parte, per il Giorno della Memoria.


Nel 2013 Cesena è stato in linea con le spese della vicina Forlì (3.445,94 euro), e al di sotto delle città romagnole: Rimini 10.092,77 euro, Ravenna 12.287,30. Bologna ha speso 4.670,66 euro di spese di rappresentanza, Ferrara 15.950,20, Modena 6.583,09 euro, Parma 108.259,50, Reggio Emilia 27.873,00, Piacenza 16.759,37.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune "oculato": per cerimonie e rappresentanza spende 3.600 euro

CesenaToday è in caricamento