"Spese pazze" in Regione, accolta l'assoluzione di Damiano Zoffoli

Ora si attendono le motivazioni della sentenza, che dovrebbero essere depositate nel giro di 40 giorni

Tutti assolti tranne l'ex capogruppo Marco Monari, condannato a quattro anni e quattro mesi con interdizione perpetua dai pubblici uffici e alla confisca di 23.413,59 euro. Questa la decisione del collegio del Tribunale di Bologna, presieduto dal giudice Stefano Scati, nel processo soprannominato "spese pazze" nei confronti di 13 ex consiglieri regionali dell'Emilia-Romagna del Partito democratico accusati di peculato per una serie di rimborsi ricevuti tra giugno 2010 e dicembre 2011 e ritenuti illegittimi dalla Procura, che con la pm Morena Plazzi aveva chiesto sei condanne e sette assoluzioni. I giudici hanno respinto in buona parte le richieste di condanna della Procura, che aveva chiesto cinque anni di carcere per Monari, due anni e sei mesi per Luciano Vecchi, due anni e tre mesi per Rita Moriconi e un anno e sei mesi per Thomas Casadei, Vladimiro Fiammenghi e Roberto Piva. Accolte, invece, le richieste di assoluzione per Marco Carini, Gabriele Ferrari, Roberto Garbi, Mario Mazzotti, Roberto Montanari, Giuseppe Eugenio Pagani e Damiano Zoffoli. Duplice la formula con cui sono state motivate le assoluzioni: per alcune spese gli ex consiglieri sono stati assolti perchè il fatto non costituisce reato, mentre per altre l'assoluzione è arrivata perchè il fatto non sussiste. Ora si attendono le motivazioni della sentenza, che dovrebbero essere depositate nel giro di 40 giorni. (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento