menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune nel 2014 coinvolto in 45 vertenze giudiziarie: 39 sono state vinte

Nel corso del 2014 il Comune di Cesena è stato coinvolto in 45 controversie giudiziarie, di cui 39 concluse con esito positivo per l'ente e sei con sentenza sfavorevole. Le spese legali derivanti da questi ultimi casi rappresentano un debito fuori bilancio

Il Comune vince quasi tutte le controversie giudiziarie in cui si trova coinvolto. E' quanto emerge da un report del municipio stesso e diffuso al Consiglio comunale. Nel corso del 2014 il Comune di Cesena è stato coinvolto in 45 controversie giudiziarie, di cui 39 concluse con esito positivo per l’ente e sei con sentenza sfavorevole. Le spese legali derivanti da questi ultimi casi rappresentano un debito fuori bilancio, il cui riconoscimento è all’ordine del giorno della prossima seduta del Consiglio comunale.
 

In vista di questa scadenza il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini hanno inviato una lettera a tutti i consiglieri comunali, con la quale illustrano il quadro delle cause sostenute dal Comune nell’ultimo anno. In totale sono 6 le cause in cui il Comune ha visto una sentenza sfavorevole, per un ammontare complessivo di 51.967,07 euro, comprensivi degli accessori ed oneri di legge (maggiorazione del 15% per spese generali, successiva maggiorazione del 4% per contributo cassa avvocati ed infine, sul totale risultante, l’IVA). Tuttavia risultano di più i contenziosi si sono risolti in favore del Comune.
 

Nel corso del 2014 sono state 39 le sentenze che hanno visto il Comune vincente. Le stesse hanno comportato la liquidazione di 79.400 euro di spese legali a favore del Comune (al netto degli accessori ed oneri di legge). “Appare evidente quindi come la gran parte delle cause che nel 2014 hanno coinvolto il Comune, si sia poi risolta in una sentenza favorevole all’Ente. Ciò ha inoltre comportato un saldo positivo fra spese legali liquidate e quelle da corrispondere, facendo sì che le spese di giudizio per la percentuale di cause che hanno visto il Comune soccombere, non sia andato a carico dei cesenati”, rilevano Lucchi e Battistini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento