Spaccio nella movida di Cesenatico: preso il pusher, nei guai anche il "cliente"

L'attività investigativa ha avuto il suo culmine nella nottata tra sabato e domenica, con l'arresto di uno spacciatore e due indagati a piede libero

Nuovi controlli antidroga nella movida di Cesenatico degli agenti del Posto di Polizia estivo, al comando del sostituto commissario Paolo Di Masi. L'attività investigativa ha avuto il suo culmine nella nottata tra sabato e domenica, con l'arresto di uno spacciatore e due indagati a piede libero. I poliziotti da tempo tenevano monitorati gli spostamenti di un soggetto sospetto, rivelatosi essere un tunisino di 26 anni residente a Cesenatico. L'extracomunitario è stato sorpreso allungare ad un cesenaticense di 48 anni un involucro in cambio di una banconota di 50 euro. A quel punto i detective hanno bloccato il pusher e l'acquirente, il quale, resosi conto della presenza degli agenti, ha allungato quanto ricevuto poco prima ad un amico estraneo ai fatti.

La perquisizione nel domicilio del tunisino ha permesso di trovare i ritagli utilizzati per il confenzionamento delle dosi e ben mille euro in contanti, con numerose banconote da 50 euro. La somma è stata sequestrata poichè ritenuta provento dell'attività di spaccio. Col tunisino è stato denunciato in concorso anche un ventenne marocchino, residente a Cesena, che si trovava in sua compagnia. Il 48enne, oltre ad esser segnalato amministrativamente come assuntore di sostanze stupefacenti, è stato indagato per la cessione della droga all'amico. Il giudice Maurizio Lubrano (pubblico ministero Federica Messina) ha convalidato l'arresto, concedendo i termini a difesa in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento