rotate-mobile
Cronaca Cesenatico

I fidanzati ospitano in casa il pusher e fungono da corrieri per spacciare l'eroina: arrestati

Un altro colpo al mercato della droga è stato inferto dagli uomini del Posto di Polizia estivo di Cesenatico: 2 arresti e una denuncia

Un altro colpo al mercato della droga è stato inferto dagli uomini del Posto di Polizia estivo di Cesenatico, che hanno arrestato due persone e denunciato un’altra in stato di libertà per il reato in concorso di spaccio di sostanze stupefacenti.  A seguito di una precedente attività investigativa, i poliziotti erano riusciti ad accertare un’attività di spaccio di eroina nel territorio cesenaticense ad opera di un cittadino tunisino e di una coppia di giovani italiani, tutti e tre domiciliati nel comune rivierasco.

 Il pusher straniero, un 33enne non in regola sul territorio nazionale, con vari pregiudizi di Polizia, era stato arrestato nel corso del mese a Pinarella di Cervia, e sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora a Cesenatico con permanenza in casa nelle ore serali e notturne. La Polizia ha ricostruito che non riuscendo a muoversi liberamente nella sua attività illecita veniva aiutato dai due giovani, che lo stavano ospitatando da un paio di mesi nella loro abitazione.

Così, nel corso dei controlli effettuati nel week-end scorso nella zona dei locali della movida, venuti a conoscenza che il tunisino sarebbe stato “rifornito” di eroina per essere poi smerciata nella serata, gli investigatori hanno deciso di entrare in azione con un controllo nei pressi dell’abitazione in cui i tre vivevano. All’arrivo a casa della coppia, una ragazza cesenate ed un ragazzo originario del milanese, entrambi ventottenni, tossicodipendenti, gli stessi sono stati bloccati dai poliziotti a bordo della loro auto. La ragazza si è vista costretta a consegnate un involucro di sostanza solida che è poi risultata essere eroina per un peso complessivo di circa 26 grammi, nascosto negli indumenti intimi. Poi la perquisizione personale al compagno che è stato invece trovato in possesso di una somma di denaro pari a 900 euro in taglio di banconote da 50 euro, mentre all’interno del veicolo, nel vano porta oggetti, sono spuntate due sigarette in carta stagnola contenente eroina, del peso complessivo di grammi 1,5, pronte ad essere fumate. La perquisizione all’interno dell’abitazione, ha permesso di rinvenire tre bilancini di precisione e il  materiale per il confezionamento delle dosi di droga.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, i due giovani fungevano da corrieri per conto del pusher loro ospite, dal quale a loro volta acquistavano giornalmente dosi di eroina. La vendita dell’eroina rinvenuta e sequestrata avrebbe reso al pusher un “giro d'affari” di circa 1.300 euro. Stante la flagranza del reato nonché i precedenti a loro carico, i due giovani sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio. Dell'avvenuto arresto è stata data immediata comunicazione al Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica di Forlì. 

Il cittadino tunisino è stato invece denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria per aver concorso con i due arrestati all’acquisto dello stupefacente ai fini dello spaccio, nonché per aver detenuto e ceduto, in altre occasioni, ai due giovani l’eroina. Il Gip del Tribunale di Forli, sposando la tesi accusatoria degli investigatori, ha convalidato l'arresto dei due giovani applicando loro la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I fidanzati ospitano in casa il pusher e fungono da corrieri per spacciare l'eroina: arrestati

CesenaToday è in caricamento