Arrestata "famiglia dello spaccio", lavorava per una "clientela affezionata"

Tre ordini di custodia cautelare in carcere sono stati eseguiti dai carabinieri della compagnia di Cesena per un giro di spaccio di cocaina tra le città di Cesena e Ravenna

Tre ordini di custodia cautelare in carcere sono stati eseguiti dai carabinieri della compagnia di Cesena per un giro di spaccio di cocaina tra le città di Cesena e Ravenna, circa una ventina le dosi cedute durante il monitoraggio dell'Arma. A finire in carcere sono due fratelli tunisini di 25 e 41 anni, mentre la compagna del più giovane, una cesenate di 42 anni, è stata messa ai domiciliari. I militari sono giunti a questa “famiglia dello spaccio” salendo di un gradino dopo l'arresto di una donna che si riforniva da questo gruppetto, da parte dei militari della compagnia di Meldola. La coppia era residente a Cesena e di recente anche il fratello più grande si era trasferito in città per seguire gli “affari di famiglia”.

Secondo le indagini dei militari, i tre a Cesena avevano un giro di clientela “affezionata” e questo permetteva loro di agire ai margini dei radar delle forze dell'ordine. A Ravenna, invece, si sarebbero affacciati più di recente, facendo i pendolari con piccoli quantitativi, mezze dosi che andavano sui 40-50 euro l'una, dovendo operare più “alla luce del sole”. Raccolti gli elementi di indagine, col coordinamento della Procura della Repubblica di Forlì (pm Posa, gip Di Giorgio), è scattato il blitz dei militari comandati dal capitano Fabio Di Benedetto, che ha permesso di recuperare e sequestrare anche 28 grammi di cocaina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento