menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo spacciatore tradito dalla paura di essere seguito, scatta il controllo: a casa un 'mini-market' della droga

L'uomo si voltava continuamente per paura di essere seguito da qualcuno; ma proprio questo comportamento ha insospettito i Carabinieri della Compagnia di Cesenatico

L’eccessiva titubanza e paura lo hanno tradito. La sera del 28 marzo, i Carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Cesenatico hanno arrestato un tunisino (con cittadinanza italiana) di 47 anni, incensurato e residente a San Mauro, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di di sostanze stupefacenti.

VIDEO: Arrestato l'insospettabile pusher

Camminando in tenuta ginnica, per tentare di confondersi tra le persone che svolgevano attività motoria verso Bellaria, l’uomo si voltava continuamente per paura di essere seguito da qualcuno; ma proprio questo comportamento ha spinto i militari, guidati dal Capitano Flavio Annunziata, a una perquisizione, che ha permesso di trovare addosso al nordafricano (in stato di agitazione) cinque dosi di hashish per il peso complessivo di circa 20 grammi, oltre a poco più di 5 grammi di cocaina. 

droga e soldi-5

Alla luce del quantitativo, i militari operanti hanno escluso l’utilizzo personale, motivo per cui è seguita una perquisizione domiciliare. All’esito di essa sono stati ritrovato dieci involucri in cellophane, di circa 100 grammi ciascuno, contenenti hashish diviso in panette, oltre a un bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento dello stupefacente e 14 grammi di mannite, sostanza utilizzata per il taglio della cocaina. Sempre nell'abitazione si aggiunge il sequestro di 3250 euro in contanti, somma proveniente dall’attività di spaccio del 47enne. Il valore di mercato della “neve” trovata ammonta a circa 600 euro, mentre la vendita dell’hashish avrebbe portato al tunisino ben 7mila euro. 

Il pubblico ministero della procura della Repubblica di Forlì Sara Posa aveva disposto per l’uomo gli arresti domiciliari nella propria abitazione di San Mauro, in attesa poi dell’udienza di convalida, avvenuta il 30 marzo scorso, all’esito della quale il gip dello stesso tribunale Massimo De Paoli ha convalidato l’arresto e ha applicato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione presso la Polizia Giudiziaria per quattro giorni alla settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento