Nel sottotetto abusivo di un hotel spunta un'agenzia viaggi

Un'agenzia viaggi nel sottotetto di un hotel a Villamarina. E' quanto è stato accertato dai funzionari del comune che hanno così provveduto ad inserire l'hotel nell'elenco degli abusi edilizi

Un'agenzia viaggi nel sottotetto in un albergo di Villamarina. E' quanto è stato accertato dai funzionari del comune che hanno così provveduto ad inserire l'hotel nell'elenco degli abusi edilizi di luglio. La vicenda non è delle più semplici e affonda le radici nel passato. Secondo quanto trapelato la struttura aveva beneficiato di un condono negli anni ottanta e nel sottotetto aveva ricavato 7 camere da letto.

Ma quando sono scattati dei controlli della polizia municipale, nel sottotetto c'era una situazione comlpetamente diversa: si segnalano muri abbattuti e porte spostate pare senza alcun permesso a cui si aggiunge la presenza dei lavoratori di un’agenzia di viaggi e turismo. Secondo le prime ricostruzione si tratterebbe della sede secondaria di un’azienda registrata a Napoli e con l'attività a Roma dove però non sono stati ritrovati uffici.

La proprietà dell’intero immobile è di una società di Ravenna. L’albergo, cioè il piano terra e i due piani rimanenti, sono stati affittati a una donna di Napoli, che non ha nulla a che vedere con il resto. Il sottotetto la società ravennate l’ha affittato a due società anch’esse con sede a Ravenna che a loro volta l’hanno subaffittato all’agenzia viaggi napoletana. Un tipico gioco delle scatole cinesi che, secondo gli inquirenti, porta alla stessa persona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'hotel Ancora, sempre nell'estate 2013 ha fatto parlare di sé per una triste vicenda. La polizia è dovuta intervenire perché secondo la ricostruzione dei fatti, una dipendente sarebbe stata malmenata perchè ha “osato” chiedere una retribuzione regolare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento